02:54 16 Luglio 2018
Vignette

La forza delle tradizioni

Vignette
URL abbreviato
2321

I missili degli anni '70 hanno abbattuto oltre la metà dei "missili intelligenti" di Trump in Siria

I missili degli anni 70 hanno abbattuto oltre la metà dei missili intelligenti di Trump in Siria

I missili prodotti negli anni '70 hanno abbattuto oltre la metà dei "missili intelligenti" di Trump in Siria. Lo ha detto il presidente siriano Bashar Assad durante un incontro con i parlamentari russi.

"Ieri abbiamo visto l'aggressione statunitense e l'abbiamo respinta con i missili degli anni '70… Fin dagli anni '90 in film americani le armi russe vengono dimostrate obsolete. Ma oggi vediamo chi è veramente indietro",

cita le parole di Assad Dmitry Sablin, coordinatore del gruppo per i rapporti con il parlamento siriano della Duma statale.

Tags:
Difesa antimissile, bombardamenti, Missili, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Obrador ha promesso di salvare il Messico dal cancro della corruzione
    Ultimo aggiornamento: 16:01 13.07.2018
    16:01 13.07.2018

    Il "piano" di Andrés

    Il sofisticato 'PIANO' di Andrés per constrastare la corruzione che strangola il Messico.

  • Macron crede che la Francia sarà una superpotenza del XXI secolo
    Ultimo aggiornamento: 09:53 11.07.2018
    09:53 11.07.2018

    Monsieur MACRON et Monsieur MICRON

    Il presidente Emmanuel Macron in un discorso al Congresso ha dichiarato che crede che la Francia diventerà una superpotenza nel XXI secolo.

  • Regno Unito: Ministro esteri Boris Johnson si dimette
    Ultimo aggiornamento: 19:34 10.07.2018
    19:34 10.07.2018

    Passaggio di consegne al ministero degli Esteri britannico

    Theresa May ha accettato le dimissioni di Boris Johnson dalla carica di ministro degli Esteri.

  • Merkel trova giustificazioni per aumento spese militari NATO
    Ultimo aggiornamento: 16:09 09.07.2018
    16:09 09.07.2018

    "Schnell, Schnell! 'Nato' avere tanta fame, 'Nato' tanto manciare!"

    Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha esortato i Paesi membri della NATO ad aumentare le spese militari a seguito della situazione nel Donbass e per la riunificazione della Crimea con la Russia.