15:15 21 Gennaio 2019
Vignette

Il Padrino Don Ald

Vignette
URL abbreviato
0 81

L'ex direttore dell'FBI James Comey, licenziato dal suo incarico il maggio dello scorso anno, nelle sue memorie ha paragonato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump con la mafia, che chiede di essere fedele alle promesse.

L'ex direttore dell'FBI James Comey, licenziato dal suo incarico il maggio dello scorso anno, nelle sue memorie ha paragonato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump con la mafia, che chiede di essere fedele alle promesse.

Secondo quanto scritto da Comey nel suo libro "A Higher Loyalty. Truth, Lies, and Leadership" (Il più alto grado di devozione. La verità, le menzogne e la leadership), ad una cena privata alla Casa Bianca una settimana dopo l'insediamento, Trump gli ha detto:

"mi serve fedeltà. Mi aspetto devozione."

"Una richiesta come alla cerimonia di appartenenza a Cosa Nostra da Sammy Gravano", — ha affermato l'ex direttore dell'FBI nel libro.    

Correlati:

Affondo dell'ex direttore dell'FBI contro Trump: “bugiardo e mafioso”
La scelta di Trump
Siria, Trump fa chiarezza sui tempi di un possibile attacco
Tags:
Mafia, FBI, James Comey, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Russia, neutralizzata organizzazione di beneficenza per islamisti in Siria
    Ultimo aggiornamento: 14:26 21.01.2019
    14:26 21.01.2019

    Beneficenza per terroristi

    I servizi segreti russi (FSB) hanno scoperto e bloccato le attività di un'"organizzazione di beneficenza" che raccoglieva denaro da inviare per i terroristi dell'ISIS in Siria.

  • Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2
    Ultimo aggiornamento: 14:17 16.01.2019
    14:17 16.01.2019

    Il tubo o la vita?

    Ambasciatore USA in Germania chiarisce le minacce su Nord Stream-2.

  • Trump firma la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa
    Ultimo aggiornamento: 13:24 15.01.2019
    13:24 15.01.2019

    La tutela è selettiva

    Donald Trump ha firmato la legge sulla lotta contro l'antisemitismo in Europa.

  • Macron si nasconde dai gliet gialli
    Ultimo aggiornamento: 18:20 14.01.2019
    18:20 14.01.2019

    Niente paura!

    Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha detto che ammette la possibilità di partecipazione al processo elettorale in Siria del presidente Bashar al-Assad, il ministro ha sottolineato che questo bisogna che lo risolva il popolo siriano.