17:47 24 Aprile 2019
Vignette

Diplomazia a valanga

Vignette
URL abbreviato
2201

Il ministro degli esteri austriaco Karin Kneissl ha spiegato perché ha deciso di non sostenere Londra e di non espellere i diplomatici russi. Le sue parole sono citate da Kronen Zeitung.

Diplomazia a valanga

"Non vogliamo bruciare nulla", ha detto Kneissl.

Così Kneissl ha risposto alle critiche rivolte all'ex rappresentante austriaco all'OSCE per la lotta alla radicalizzazione e l'estremismo violento Peter Neumann, che ha accusato l'Austria di "bruciare i ponti".

Secondo il capo della diplomazia austriaca, Vienna ha preso questa decisione non a causa di una possibile risposta da Mosca, ma a causa della necessità di mantenere un dialogo.

Correlati:

Avvelenamento Skripal
Tags:
espulsione, OSCE, Karin Kneissl, Russia, UE, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • L’ambasciatore USA minaccia la Russia con le portaerei nel Mediterraneo
    Ultimo aggiornamento: 15:49 24.04.2019
    15:49 24.04.2019

    Diplomazia fuori rotta

    L’ambasciatore USA minaccia la Russia con le portaerei nel Mediterraneo.

  • Ultimo aggiornamento: 20:57 23.04.2019
    20:57 23.04.2019

    Fumo negli occhi

    Le dichiarazioni di Washington relative all'annientamento definitivo del gruppo terroristico dello Stato Islamico in Siria non corrispondono pienamente alla realtà.

  • Ultimo aggiornamento: 15:42 22.04.2019
    15:42 22.04.2019

    Pulizie di ‘primavera’

    Un senatore statunitense sostiene che gli USA siano pronti a spostare le armi nucleari dalla Turchia alla Grecia.

  • Perché la Corea del Nord dimostra i nuovi armamenti?
    Ultimo aggiornamento: 18:57 18.04.2019
    18:57 18.04.2019

    Tutto a posto, sono tornato!

    "Lo svolgimento di questi test, naturalmente, è per ricordare che la Corea del Nord non va dimenticata, è un promemoria per tutti”.