18:46 15 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Vignette

    "Occhi aperti sulle azioni di Stati ostili"

    Vignette
    URL abbreviato
    215

    Theresa May: "Anche dopo Brexit continueremo a fare la nostra parte per la sicurezza dell'Europa".

    Theresa May fa un monito contro i tentativi di destabilizzazione che provengono da Paesi come la Russia.

    Theresa May fa un monito contro i tentativi di "destabilizzazione" che provengono da Paesi come la Russia.

    Correlati:

    Ue, May: appello all'unità contro tentativi destabilizzazione Russia
    Media: i ministri consigliano alla May di prepararsi ad una Brexit dura
    Brexit, May: Al lavoro su patto per garantire diritti cittadini UE
    Tags:
    rapporti con la Russia, Theresa May, Gran Bretagna, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Altre caricature

    • Putin confronta le spese militari di Russia e USA
      Ultimo aggiornamento: 17:52 14.12.2017
      17:52 14.12.2017

      Ricorda chi è il vero nemico

      Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che attualmente la Russia spende poco più di 46 miliardi di dollari al cambio attuale per la difesa.

    • Il presidente turco Tayyip Erdogan ha proposto di proclamare Gerusalemme capitale della Palestina.
      Ultimo aggiornamento: 15:02 13.12.2017
      15:02 13.12.2017

      Gerusalemme: braccio di ferro tra Turchia e USA

      Il presidente turco Tayyip Erdogan ha proposto di proclamare Gerusalemme capitale della Palestina.

    • DAESH 2013-2017
      Ultimo aggiornamento: 16:44 12.12.2017
      16:44 12.12.2017

      Siria liberata

      Il presidente russo Vladimir Putin, recatosi questo lunedì mattina nella base russa in Siria di Hmeymim, ha ordinato alle truppe russe di ritirarsi dalla Siria.

    • Russia mostra trend positivo in vendite armamenti
      Ultimo aggiornamento: 14:38 11.12.2017
      14:38 11.12.2017

      La Russia non vende armi ai terroristi

      I produttori di armamenti russi nel 2016 hanno visto un aumento del 3,8% delle loro vendite, risulta dal rapporto SIPRI.