Widgets Magazine
06:09 17 Settembre 2019
Vignette

Erdogan raccomanda gli S-400 russi

Vignette
URL abbreviato
1162
Seguici su

Il presidente turco Recep Erdogan oggi in un discorso all’incontro con i sindaci delle città ad Ankara ha commentato la reazione degli Stati Uniti alla firma del contratto di acquisto della Turchia dei sistemi d’arma missilistici russi S-400.

Erdogan: USA infuriati per accordo su S-400 con Russia

"Il nostro accordo sugli S-400 ha fatto infuriare gli Stati Uniti. Come avrebbe dovuto essere? Avremmo dovuto aspettarvi? Prendiamo e prenderemo tutte le decisioni necessarie per garantire la sicurezza nazionale".    

Correlati:

Angela Merkel dice no al divieto totale sulle forniture di armi alla Turchia
Erdogan: Turchia paga prima rata per gli S-400 russi
UE, Cavusoglu: La Turchia vuole ancora diventare un membro del blocco
Tags:
Sistema antiaereo S-400, Recep Erdogan, Turchia, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Ultimo aggiornamento: 19:27 16.09.2019
    19:27 16.09.2019

    NATO per la pesca

    La NATO durante la guerra fredda aveva preparato un "piano folle" per contrastare i sottomarini sovietici, secondo i media americani.

  • Non vedo, non sento, non ONU
    Ultimo aggiornamento: 14:58 12.09.2019
    14:58 12.09.2019

    Non vedo, non sento, non ONU

    Di

    Gli Stati Uniti non ascoltano le chiamate del rapporto delle Nazioni Unite sulla Siria.

  • Zio Chef
    Ultimo aggiornamento: 16:23 11.09.2019
    16:23 11.09.2019

    Zio Chef

    Esperto: le dimissioni del Segretario americano per la Sicurezza nazionale John Bolton non avranno un impatto significativo sulle politiche del Paese in Medio Oriente

  • Gli Stati Uniti stanno cercando di risolvere il problema della legittimità della propria presenza in Siria temporaggiando.
    Ultimo aggiornamento: 15:52 10.09.2019
    15:52 10.09.2019

    ‘Radical’ Chic

    Di

    Gli Stati Uniti stanno cercando di risolvere il problema della legittimità della propria presenza in Siria temporaggiando.