15:52 07 Maggio 2021
Vignette

Mentre le autorità dormivano

Vignette
URL abbreviato
143
Seguici su

Il sospetto attentatore del mercatino natalizio di Berlino, il tunisino Anis Amri, era un osservato speciale delle forze di sicurezza di alcuni paesi europei.

L'attentato a Berlino

Rimane la questione perché Amri, essendo sotto osservazione da marzo a settembre, poteva produrre ordigni esplosivi.

Correlati:

Europol aveva predetto l'attacco terroristico a Berlino
Terrorismo da Berlino ad Ankara: questione globale
Da Nizza a Berlino: i media tedeschi parlano del nuovo "scenario" terroristico
Tags:
Polizia, Terrorismo, Germania, Berlino
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook

Altre caricature

  • Carosello infinito: escono soldati ed entrano soldati
    Ultimo aggiornamento: 16:11 28.04.2021
    16:11 28.04.2021

    Carosello infinito: escono soldati ed entrano soldati

    Di

    Il Dipartimento della Difesa statunitense sta preparando l'invio di circa 650 soldati in Afghanistan nei prossimi giorni per proteggere le truppe americane durante il ritiro dal Paese, riporta la Cnn con riferimento a fonti nel Pentagono.

  • Il problema curdo
    Ultimo aggiornamento: 15:58 24.04.2021
    15:58 24.04.2021

    Il chiodo fisso degli USA

    Di

    Il vice inviato speciale degli Stati Uniti per la Siria David Brownstein ha incontrato i rappresentanti dell'Amministrazione autonoma della Siria del Nord-Est. 

  • Afghanistan: la Nato sa come mandare in fumo miliardi di dollari
    Ultimo aggiornamento: 17:50 22.04.2021
    17:50 22.04.2021

    Afghanistan: la Nato sa come mandare in fumo miliardi di dollari

    Di

    Il ministero degli Esteri russo ha dato un suo commento sul "fallimento" della missione Nato in Afghanistan, affermando che l'investimento multimiliardario nella sicurezza del paese "è finito nella polvere".

  • Equi, trasparenti e indipendenti
    Ultimo aggiornamento: 15:14 21.04.2021
    15:14 21.04.2021

    Equi, trasparenti e indipendenti

    Di

    La neonata squadra di investigazione e identificazione (IIT) dell'OPAC ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che ci sono "fondati motivi" per ritenere che l'aviazione siriana abbia sganciato una bomba al cloro sulla città di Saraqib, nella provincia nord-occidentale di Idlib nel febbraio 2018 .