09:33 05 Dicembre 2016
    Vignette

    Sul serio?

    Vignette
    URL abbreviato
    0 355120

    Le esercitazioni missilistiche nell’Ucraina meridionale sono già in pieno svolgimento.

    Crimea missili vignetta

    Il vice ministro dei Trasporti Valerij Okulov, dal canto suo, ha confermato che le esercitazioni ucraine non intralciano le rotte dei voli russi di collegamento con la Crimea.

    RIA Novosti, citando una fonte anonima delle strutture militari crimeane, ha reso noto che le navi della flotta russa del Mar Nero sono state schierate vicino alla costa occidentale della penisola. Il loro compito è garantire la difesa contraerea.

    Correlati:

    Ucraina, in corso le esercitazioni missilistiche ai margini della Crimea
    I missili di Kiev contro la Crimea sono una provocazione contro la Russia
    A Kiev rivelano dettagli delle esercitazioni militari con lancio missili vicino la Crimea
    Russia, Putin è a conoscenza dei piani di Kiev di lanciare missili in Crimea
    Tags:
    Esercitazioni, Crimea, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Altre caricature

    • Hollande va a casa. Condividi
      Ultimo aggiornamento: 14:09 02.12.2016
      14:09 02.12.2016

      Hollande va a casa. Condividi

      Il capo di Stato francese Francois Hollande ha dichiarato di non presentarsi alle presidenziali della prossima primavera.

      1295
    • Indagine su Blair
      Ultimo aggiornamento: 16:24 29.11.2016
      16:24 29.11.2016

      Blair, il tempo è galantuomo

      Un gruppo di parlamentari in Gran Bretagna hanno votato una mozione per richiamare alle proprie responsabilità l’ex Premier Tony Blair per aver volutamente fuorviato il parlamento e il popolo riguardo la guerra in Iraq nel 2003, scrive l’Observer.

      0 687
    • François Fillon
      Ultimo aggiornamento: 16:19 28.11.2016
      16:19 28.11.2016

      Fillon va in fuga

      Francois Fillon ha vinto le primarie del centro-destra per le elezioni presidenziali con il 66,5 per cento dei voti.

      0 205
    • Yemen, Wikileaks
      Ultimo aggiornamento: 19:31 25.11.2016
      19:31 25.11.2016

      Non c’è da meravigliarsi

      L’organizzazione Wikileaks ha pubblicato più di 500 documenti del consolato degli Stati Uniti in Yemen, i quali attestano che Washington armava, addestrava e sponsorizzava i guerriglieri già prima della guerra.

      1639

    Top stories

    • Matteo Renzi

      Il Referendum Costituzionale in Italia ha visto la vittoria del NO, con il 60% dei voti. Il primo ministro Matteo Renzi si è dimesso.

      15683
    • Il teatro Bolshoi

      Mosca splenderà con le luci italiane, che abbelliranno diverse piazze e vie della capitale russa. È tempo di allegria e serenità, di sogni e speranze per il futuro. Per un vero Capodanno a Mosca non poteva mancare il talento italiano. Italia e Russia, è ora di fare festa insieme!

      4959
    • Petro Poroshenko

      L’avvocato veronese Guariente Guarienti ha depositato una denuncia alla Procura di Verona nei confronti del presidente della Repubblica Ucraina Petr Poroshenko per il mancato ritorno in Italia dei 17 quadri tra cui le opere di Tintoretto, Mantegna e Rubens.

      61280
    • Ministro degli Esteri della Russia Sergey Lavrov

      Dal 1 al 3 dicembre sta svolgendo a Roma il Forum MED "Beyond turmoil, a positive agenda". Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov è stato uno dei principali protagonisti del forum. Ha parlato della sicurezza comune, lotta al terrorismo e del futuro del Medio Oriente. Ecco il riassunto del suo intervento.

      131797
    • Visitatori alla più grande mostra al mondo della collezione dei Musei Vaticani Roma Aeterna.

      “Roma Aeterna”, una mostra eccezionale che ha portato a Mosca i tesori della Pinacoteca Vaticana. Un evento senza precedenti: il pubblico russo potrà ammirare alla Galleria Tretyakov 42 capolavori di Caravaggio, Raffaello, Bellini, Guercino, solo per citare alcuni nomi. Viva l’arte, ponte imbattibile fra Russia e Italia.

      3767
    • Rome, Italy

      Si avvicina il 4 dicembre e finalmente i cittadini italiani voteranno al referendum costituzionale. Negli ultimi mesi si sono alternati slogan altisonanti, previsioni apocalittiche, trasformando così il dibattito sulla Carta Costituzionale in un voto politico. Perché votare sì e perché votare no?

      222540