04:18 21 Luglio 2018
Vignette

Le minacce dappertutto

Vignette
URL abbreviato
143

Oggi il sito di WikiLeaks ha pubblicato la 6° parte delle mail confidenziali di John Podesta, presidente della campagna elettorale di Hillary Clinton.

Clinton e il suo drago

"Ci apprestiamo a circondare con una catena di sistemi di difesa anti-missile. Ci prepariamo a dislocare in questa regione più navi della nostra Flotta. Pertanto cinesi, datevi una mossa! O li controllate o ci toccherà difenderci da soli!" — l'agenzia riporta l'estratto di un discorso della Clinton nel 2013.

Correlati:

WikiLeaks rivela le minacce di Hillary Clinton alla Cina
Tags:
Hackeraggio, email, Hillary Clinton, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • Minato il Mar d'Azov
    Ultimo aggiornamento: 14:28 20.07.2018
    14:28 20.07.2018

    Perché minare il Mar d'Azov?

    L'ex comandante della Marina militare dell'Ucraina Sergei Gaiduk ha dichiarato che è necessario minare il Mar d'Azov.

  • Trump e Montenegro
    Ultimo aggiornamento: 17:55 19.07.2018
    17:55 19.07.2018

    Montenegrini: piccoli ma fieri

    In un'intervista a Fox News, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto che il Montenegro, nuovo membro della NATO, può trascinare l'Alleanza Atlantica nella Terza Guerra Mondiale.

  • La reazione dell'establishment all'incontro Trump-Putin
    Ultimo aggiornamento: 17:10 17.07.2018
    17:10 17.07.2018

    Brutti guerrafondai che volete la pace!

    L'ex ambasciatore statunitense in Russia, Michael McFaul, e il senatore John McCain hanno criticato il comportamento del presidente Donald Trump durante il vertice di ieri con Vladimir Putin a Helsinki.

  • Mondiale 2018 in Russia
    Ultimo aggiornamento: 13:41 16.07.2018
    13:41 16.07.2018

    Finito il Mondiale, la Russia vi aspetta

    I giocatori della nazionale francese Samuel Umtiti e Blaise Matuidi in un'intervista al quotidiano Le Figaro hanno detto che sono molto soddisfatti dell'atmosfera e vorrebbero restare in Russia ancora per un paio di mesi.