13:47 25 Aprile 2019
Vignette

Obama chiede scusa al Giappone per lo spionaggio NSA

Vignette
URL abbreviato
0 04

In una telefonata con il premier giapponese Shinzo Abe, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha chiesto scusa al Giappone a seguito delle notizie, diffuse da "WikiLeaks", riguardanti lo spionaggio dell'americana "National Security Agency" contro alcuni politici e società nipponiche.

Lo spionaggio del NSA

Nel corso di una conversazione telefonica con il premier giapponese Shinzo Abe, il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha chiesto scusa per le reazioni molto negative scaturite in Giappone a seguito delle notizie relative allo spionaggio della National Security Agency ("Agenzia per la Sicurezza Nazionale", NSA), nei confronti di alcuni funzionari e società giapponesi, ha riferito Yoshihide Suga, segretario generale del consiglio dei ministri.    

Correlati:

Giappone nel mirino della NSA
Spygate, WikiLeaks svela lo spionaggio della NSA in Giappone
Obama chiede scusa al Giappone per lo spionaggio NSA
Tags:
Spionaggio americano, Spionaggio, NSA, Barack Obama, Shinzo Abe, Giappone, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

Altre caricature

  • L’ambasciatore USA minaccia la Russia con le portaerei nel Mediterraneo
    Ultimo aggiornamento: 15:49 24.04.2019
    15:49 24.04.2019

    Diplomazia fuori rotta

    L’ambasciatore USA minaccia la Russia con le portaerei nel Mediterraneo.

  • Ultimo aggiornamento: 20:57 23.04.2019
    20:57 23.04.2019

    Fumo negli occhi

    Le dichiarazioni di Washington relative all'annientamento definitivo del gruppo terroristico dello Stato Islamico in Siria non corrispondono pienamente alla realtà.

  • Ultimo aggiornamento: 15:42 22.04.2019
    15:42 22.04.2019

    Pulizie di ‘primavera’

    Un senatore statunitense sostiene che gli USA siano pronti a spostare le armi nucleari dalla Turchia alla Grecia.

  • Perché la Corea del Nord dimostra i nuovi armamenti?
    Ultimo aggiornamento: 18:57 18.04.2019
    18:57 18.04.2019

    Tutto a posto, sono tornato!

    "Lo svolgimento di questi test, naturalmente, è per ricordare che la Corea del Nord non va dimenticata, è un promemoria per tutti”.