05:59 19 Dicembre 2018
Il Consiglio Popolare di Lugansk

A Messina apre il Centro di Rappresentanza della Repubblica Popolare di Lugansk

© Sputnik .
URL abbreviato
Vittorio Nicola Rangeloni
di Vittorio Rangeloni
0 82

Dopo il Centro di Rappresentanza della Repubblica Popolare di Donetsk aperto nel dicembre del 2016 a Torino, oggi a Messina apre un riferimento della Repubblica di Lugansk.

In seguito alla guerra civile scoppiata nell'est dell'Ucraina nella primavera del 2014, nelle oblast di Lugansk e Donetsk si sono formate due nuove repubbliche popolari.

Ad oggi non hanno avuto ancora alcun riconoscimento ufficiale a livello internazionale ma l'interesse per la causa indipendentista delle repubbliche è in costante crescita anche mediante la creazione di canali di diplomazia "popolare" con diversi paesi tra cui Italia, Grecia, Germania e Francia.

Tra la Repubblica Popolare di Donetsk e questi paesi si sono creati legami consolidati dall'apertura di centri di rappresentanza attraverso i quali vengono organizzati eventi culturali ed informativi sulla situazione nel Donbass.

Oggi a Messina è stato aperto il primo centro di Rappresentanza della Repubblica Popolare di Lugansk. Il presidente e promotore — insieme alle autorità della LNR — di questo centro è il Prof. Daniele Macris, che da diverso tempo organizza attività culturali ed umanitarie.

Secondo Macris "l'obiettivo del Centro di Rappresentanza della Repubblica Popolare di Lugansk in Italia è fornire una corretta ed ampia informazione sul conflitto in Donbass per superare silenzi, reticenze e menzogne del network. Ci proponiamo di promuovere azioni di conoscenza reciproca tra istituzioni culturali, sociali ed imprenditoriali dei due Paesi, nell'ottica di preparare la pace che vogliamo sperare, non tarderà."

Gran parte dei media mainstream hanno evitato di raccontare questo conflitto e per questa ragione gli italiani informati sono pochi. Il Centro di Rappresentanza della LNR in Italia vuole essere un'ulteriore voce nel coro di coloro che tentano di abbattere il muro del silenzio.

"L'interesse, a causa della scarsa attenzione alle vicende, non può essere vasto, ma è limitato per ora,a chi segue gli eventi in modo autonomo. Dobbiamo coinvolgere una platea più ampia e sensibilizzare quanti più cittadini possibile", — ha riferito Macris.

Il centro di Messina non guarda soltanto all'Italia, ma è anche un punto di riferimento per la comunità di Lugansk:

"L'interesse dei cittadini della Repubblica di Lugansk nei confronti del nostro paese è notevole e il livello culturale di studenti e docenti fa ben sperare per il futuro." — conclude il presidente del centro di rappresentanza della LNR in Italia.

La creazione del Centro di Rappresentanza della Repubblica Popolare di Lugansk in Italia è un ulteriore passo avanti della solida collaborazione tra i due paesi. Nel dicembre del 2016 infatti, presso l'Università Statale Taras Shevchenko di Lugansk, con l'impegno del Prof. Macris, venne aperto il Centro di Cultura italiana dove, tra le diverse attività proposte, sono stati organizzati (sono tutt'ora in corso) corsi di lingua italiana gratuiti.

Tags:
Messina, Italia, Lugansk
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik