00:33 15 Dicembre 2018
Il leader 5 stelle Luigi Di Maio alla Camera dei Deputati

Governo dopo le regionali: deciderà Mattarella, oppure sarà Washington?

© REUTERS / Tony Gentile
URL abbreviato
di Arnoldo Folino
450

Chi ha realmente perso e chi ha realmente vinto alle ultime regionali.

Queste Regionali subito dopo le Politiche del 4 marzo sono fondamentali per la formazione del nuovo governo. La situazione di stallo venutasi a creare, potrebbe avere uno sbocco con i due risultati in questione per definire i reali rapporti di forza tra partiti.

Analizziamo le due regioni separatamente.


Cominciamo con il Molise.

Ecco i dati freddi.

Regionali Molise 2013:

 

Centrosinistra (vincente):

— Partito Democratico (Pd) —Rialzati Molise-Italia dei valori (Idv) —Unione per il Molise —Udeur —Comunisti italiani (Pdci) —Sinistra ecologia e libertà (Sel) —Partito socialista italiano (Psi) —Noi per il Molise

24.892 14.282 12.156 11.022 6.831 5.512 5.015 3.149 1.282

 14,83  8,51  7,24  6,56 4,07 3,28 2,98 1,87 0,76

 

Centrodestra:

Il Popolo della libertà (Pdl) Unione di centro (Udc) Grande Sud Progetto Molise La Destra — Altri

17.310 10.514 8.565 7.383 2.440

10,31 6,26 5,10 4,40 1,45

 

M5S:

Movimento 5 stelle — beppegrillo.it

20.437

12,18

 

Regionali Molise 2018:

 

Centrodestra (vincente):

Forza Italia

13.627

— 

9,4

Orgoglio Molise

12.122

— 

8,3

Lega Salvini Molise

11.956

— 

8,2

Popolari per l'Italia

10.351

— 

7,1

Unione di centro (Udc)

7.429

— 

5,1

Fratelli d'Italia

6.461

— 

4,4

Iorio per il Molise

5.204

— 

3,6

Movimento Nazionale per la Sovranità

3.924

— 

2,7

Il Popolo della Famiglia

603

— 

0,4

 

 

Centrosinistra:

 

Partito Democratico

13.122

— 

9,0

Liberi Uguali per il Molise

4.784

— 

3,3

Molise 2.0

3.459

— 

2,4

Unione per il Molise

3.233

— 

2,2

Il Molise di Tutti

2.716

— 

1,9

 

 

M5S:

 

Movimento 5 Stelle

45.886

— 

31,6

 

Il centrodestra ha sicuramente vinto.Ma Berlusconi e Forza Italia hanno oggettivamente perso. Il vero vincitore del centrodestra, anche in Molise, è la Lega.

Forza Italia, infatti, rispetto a 5 anni fa perde ben 3700 voti circa ed un punto percentuale. Si fa anche superare dai partiti di centro alleati uniti tra loro. In più, la presenza di ben 9 liste, creerà problemi di governabilità in consiglio regionale.

La Lega, invece si posiziona solo un punto percentuale sotto Forza Italia, la vera sconfitta, e balza dallo 0% all'8,2 %.

In Molise… non al nord…

 

Non solo, anche se il confronto non si può fare (si devono confrontare solo elezioni simili, o si rischia di fare la figuraccia dell'inesperto Renzi che sovrastimò le Europee del 2014!), rispetto alle recentissime elezioni Politiche del 2018, Forza Italia ha perso ben 7 punti percentuali circa (era al 16,10%), mentre, la Lega mantiene il valore con uno stabilissimo 8,67%.

 

E Berlusconi, conscio del fatto che ha straperso anche queste regionali, sa benissimo che non può e non deve andare a votare.

Infatti evita assolutamente di fare riferimento ad eventuali elezioni anticipate, e cerca di tirare a campare.

Salvini, invece, conscio del fatto che ha stravinto anche queste regionali, sarebbe anche ben felice di tornare al voto.

Il M5S fa un bel balzo in avanti, passando dopo 5 anni rispetto alle regionali precedenti dal 12% al 31%, più che raddoppiando i voti.

Ottimo risultato.

 

Il centrosinistra (ricordiamolo, presunto tale!) ha sicuramente perso, oltre alla regione in questione, anche una marea di voti.

Tracollo del Partito Democratico.

Caporetto.

 


Andiamo adesso in Friuli V.G..

 

Ecco i dati freddi.

 

Regionali F.V.G. 2013:

 

Centrosinistra (vincente):

Partito Democratico (Pd) Cittadini per Debora Serracchiani presidente Sinistra ecologia e libertà Svoboda ekologija levica (Sel) Slovenska Skupnost Italia dei valori (Idv)

107.155 21.169 17.764 5.651 4.006

26,82 5,30 4,45 1,41 1,00

 

Centrodestra:

Il Popolo della libertà (Pdl) Autonomia responsabile Lega Nord Unione di centro (Udc) La Destra Partito Pensionati

80.052 42.847 33.050 14.758 6.209 3.741

20,03 10,72 8,27 3,69 1,55 0,94

 

M5S:

MoVimento 5 stelle — beppegrillo.it

54.952

13,75

 

Regionali F.V.G. 2018 (risultati definitivi, fonte Regione):

 

Lega Nord 34,91%

Partito Democratico 18,11%

Forza Italia 12,06%

M5S 7,06%

 

Il centrodestra ha vinto anche qui.

 

Anche qui sconfitta del centrosinistra (sempre presunto tale!) che perde la regione ed una marea di voti.

 

Tracollo del Pd che ha perso l'8% circa.

 

Caporetto anche qui.

 

Il risultato del M5S presenta una particolarità.

Se da un lato la lista raggiunge il 7% circa, il candidato presidente prende il 12%.

La spiegazione risiede nel fatto che l'elettore pentastellato, abituato a votare alle Politiche, vota il candidato presidente ignorando che il voto non vada direttamente alla lista come invece accade con il Rosatellum.

Il risultato è in linea con il 13% circa delle regionali di 5 anni fa, e sconta la scarsa affluenza alle urne rispetto alle ultime Politiche.

Questa volta, infatti, ha votato poco meno del 50% degli aventi diritto, contro il 75% circa delle Politiche.

Pur tuttavia, anche se il risultato non è sicuramente brillante, va visto sempre nell'ottica che bisogna confrontare elezioni simili, sempre per non fare lo stesso errore di valutazione dell'inesperto Renzi sul risultato delle Europee del 2014 decisamente sopravvalutato (questo è l'ABC della politica!), e va considerato anche che mentre, per esempio, nelle Regionali in Sicilia del 2017 il M5S raggiungeva il 34%, alle Politiche del 2018 superava abbondantemente il 40%.

Il M5S, infatti, rende meglio alle Politiche rispetto che alle Regionali, così come, e questo dovrebbe essere fonte di preoccupazione ulteriore per Berlusconi e Renzi, “partiti storici” meglio radicati sul territorio come Forza Italia e Pd rendono altrettanto bene sia alle Regionali che alle Politiche.

La Lega, vera vincente in Molise, dove passa dallo 0% all'8% rispetto a 5 anni fa, e mantiene l'8% del 4 marzo, in una regione dove tradizionalmente, anche solo un anno fa, non era neanche presente, trionfa letteralmente in Friuli Venezia Giulia, dove arriva, da sola, ad un incredibile 35% circa.

Tracollo di Forza Italia, invece, che, nonostante abbia inserito “scientificamente” sul simbolo la dicitura “Berlusconi per Fedriga” non è riuscito a rubare consensi all'alleato.

La Lega fagocita letteralmente Forza Italia.

Caporetto per Berlusconi.

Ebbene, questa è l'analisi reale dei dati freddi.

Le conclusioni… le lascio a voi… anzi, a Mattarella!

Vedremo se il Presidente della Repubblica capirà l'orientamento dell'elettorato italiano, inequivocabile il 4 marzo, ed ancora più polarizzato dopo queste Regionali.

A meno che…

A meno che non si prenda in considerazione il fatto che non sarà lui a decidere.

Ma “qualcuno” molto più influente di lui.

“Qualcuno” situato a Nord Ovest rispetto a noi, a qualche migliaio di km di distanza…

E sappiate che chiunque andrà, sarà scelto da questo “qualcuno”…

Quindi non cambierà nulla…

Tags:
elezioni parlamentari, Roma, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik