17:09 23 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 22°C
    Orban e Soros

    Unione Europea tra Illuminismo e Religione

    © Foto del blogger
    URL abbreviato
    di Blogger Graziano
    411

    L'Unione Europea si trova in una fase di inevitabile transizione in questo bailame globalizzante da lei tanto decantato.La posta in gioco è alta e dovrà per forza adattarsi al cambio di paradigma per sopravvivere.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    Ultimamente si sente sempre  più spesso parlare di Europa a doppia velocità e, benchè fosse già previsto nel Trattato di Nizza,mai come ora sembra andar di moda.

    Come il Trattato di Lisbona è stato utilizzato come escamotage per aggirare l'ostacolo per la creazione della Costituzione Europea,l'utilizzo della cooperazione rafforzata potrebbe essere un tentativo di arrampicarsi sugli specchi per salvare il salvabile da parte degli Stati membri più influenti a discapito di quelli con meno peso economico e quindi politico (usando la metrica di Bruxelles),nella speranza che il resto del mondo Comunitario si adegui in futuro.

    Come si dice a pensar male si fa peccato ma a volte ci si azzecca.

    Sicuramente non un bel periodo per il rinnovato asse franco-tedesco che deve fare i conti con le pressioni esterne dovute al cambio di paradigma della globalizzazione con la vittoria di Trump ed il referendum sulla Brexit oltre alle pressioni interne da parte dei Paesi europei centro-orientali che vedono nel binomio religione-nazionalismo un riferimento indissolubile che sta offuscando i valori illuministi dell'Europa occidentale,forse il buon Soros questa volta andrà in pensione e di questi tempi è una fortuna.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    Paesi con grandi potenzialità di crescita rispetto al decadente occidente  che cercano il loro meritato riscatto e chiedono di rivedere questo modello teutonico centralista-autoritario in favore di un modello più rispettoso delle sovranità altrui.

    Purtroppo pare che Bruxelles stia facendo orecchie da mercante,sarà mica deformazione professionale,proprio nei confronti di questi Paesi che avranno sempre più peso specifico all'interno dell'Unione.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    Si va dall'ipotesi di attuare l'articolo 7 dei Trattati nei confronti di Polonia ed Ungheria per quanto riguarda presunte violazioni dello stato di diritto comunitario,democrazia,dignità umana ed uguaglianza a causa dell'intenzione di Varsavia di iniziare un'ampia riforma della Magistratura che rischierebbe di venire politicizzata,oppure alla costruzione del muro da parte di Orban,il rifiuto della quota migranti da parte della Repubblica Ceca e dulcis in fundo il tentativo di revisione della Magistratura anche da parte della Romania e della propria Costituzione per arginare il fenomeno,per loro nuovo e scarsamente accettato,delle unioni civili same sex.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    Hai visto mai che in questa situazione caotica all'interno della Ue altri attori internazionali possano sfruttare la possibilità di attirare nella loro orbita questi Paesi?

    Un'emulazione della Brexit da parte dei governi nazionalisti europei o guardare con simpatia la politica di Trump sono ipotesi del tutto fondate,basta vedere l'ultima visita in Polonia della May per aggiornare la cooperazione sulla difesa e la sicurezza bypassando Bruxelles oppure l'ultima dichiarazione di Trump per una hard Brexit, senza contare che l'etica finanziaria europea potrebbe venire scavalcata da quella più pragmatica cinese sia in Stati membri sia in Stati potenzialmente aderenti alla Ue vedi il recente caso della Serbia per esempio.

    A gennaio si è aperto il semestre europeo della Bulgaria ed il Presidente Borisov ha già fatto sapere ai tecnocrati di Bruxelles che non ha intenzione di interferire nelle questioni interne di un Paese membro in riferimento ai moschettieri del Visegrad.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    !-- —>!-- —>!-- —>Sarà curioso vedere come reagirà il blocco occidentale a questa situazione di contingenza che rischia di compromettere l'integrità europea.

    !-- —>!-- —>!-- —>

    Può darsi che passeranno sopra l'insolenza dei V4 in fin dei conti il perdono è alla base del Cristianesimo.

     

     

     

     

     

    Tags:
    Viktor Orban, George Soros, Ungheria, Polonia, Bulgaria, Unione Europea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik