14:21 16 Luglio 2018
Vladimir Putin brinda con Xi Jinping

Russofobia e Sinofobia: tutta colpa della hybris

© Sputnik . Sergey Guneev
URL abbreviato
di Arnoldo Folino
980

Secondo i media occidentali, sono i russi ad influenzare i paesi dell'ovest. Elezioni comprese! E se fosse stato sempre il contrario?

Qualche giorno fa, guardando per caso il Tg1, ho avuto modo di vedere un servizio su un bambino cinese, al quale, percorrendo circa 4 km per andare a scuola a temperatura sotto lo zero, sono gelati i capelli.

Il Tg1 faceva, nel suo servizio, ampio riferimento, senza tuttavia lanciare “strali”, alle situazioni disagiate che vivrebbero la Cina ed i suoi abitanti.

Il tutto misto ad una buona dose di pietismo nei confronti del paese orientale.

Pietismo accompagnato da implicita esaltazione e dal ribadimento, posto in maniera neanche troppo velata, della presunta superiorità occidentale.

Il servizio, volutamente non troppo aggressivo, risultava evidentemente più efficace, dal punto di vista mediatico, nel denunciare le “mancanze” ed i “problemi” cinesi.

È dal dopoguerra infatti che i mass media occidentali, e, in Italia, quelli italiani, sapientemente alternano aggressività e “subdolatezza”, come nel caso testé citato, nei confronti di determinati Paesi, ritenuti, a torto, nemici, come, su tutti, Russia e Cina.

Tanto per cominciare, non c'è bisogno di andare in Cina per trovare situazioni disagiate.

​In Italia c'è una forte carenza di mezzi pubblici per le scuole.

In Italia, in tantissime scuole, i riscaldamenti non funzionano. Neanche in inverno.

In Italia, in tantissime scuole, mancano anche le sedie ed i banchi.

In Italia, in tantissime scuole l'intonaco cade giù a pezzi.

In Italia, mancano persino gli insegnanti ed il personale.

In Italia, soprattutto, oltre il 90 % delle scuole, di fatto, non è a norma.

Et cetera, et cetera…

Non sarebbe ora che il Tg1 facesse dei servizi sui poveri scolari italiani?

Così dovrebbe essere.

Purtroppo il Tg1, essendo RAI, ed essendo la RAI televisione di Stato, in pieno clima elettorale (e non solo!!), non si può permettere di fare informazione libera (sempre ammesso che in Italia sia mai esistita informazione libera!!).

Quindi la RAI non può permettersi di far vedere agli italiani i fallimenti in campo di politica scolastica che avvengono, ininterrottamente, da oramai una trentina d'anni a questa parte, da parte di tutti i governi succedutisi fino ad ora.

Si devono, invece, far vedere i presunti “fallimenti” dei presunti “nemici”.

E non solo per nascondere i fallimenti propri.

Soprattutto, nell'ottica di un servilismo sempre più totale da parte nostra all'impero americano, si deve incutere nel telespettatore, in maniera “scientifica”, “imboccandolo”, se non l'odio verso questi due Paesi, quantomeno una forte dose di biasimo, che ha lo scopo di “squalificarli” agli occhi di tutti gli italiani.

Si parla da poco più di un annetto di presunte interferenze russe nei confronti dell'informazione e delle elezioni dei Paesi occidentali, ma, sono quasi 72 anni che la Russia ed il popolo russo, da parte dei media occidentali ed italiani, vengono dipinti nelle maniere peggiori immaginabili.

E perché?

Semplicemente perché sono 72 anni circa che la Russia ha l'unico “difetto” di porsi come unico argine alla visione imperialista e “unipolare” americana.

La Russia sconta, nei mass media occidentali, la “hybris” di osare e di aver osato contro l'Impero.

E la sconta in maniera talmente forte, che, a differenza di tutte le sciocchezze che si dicono in occidente, è lei a subire interferenze mediatiche nelle elezioni e tout court sul proprio territorio.

E non il contrario.

I sentimenti negativi generati dai mass media occidentali hanno creato un sentimento diffuso di russofobia.

E questa russofobia è anche usata, sempre dagli stessi media occidentali, anche in territorio russo per fomentare spinte sovversive, disgregatrici, che hanno lo scopo di scardinare lo Stato russo e abbattere così, definitivamente, l'unico paese ad aver osato contrapporsi all'Impero.

Russofobia in territorio russo, accompagnata da finanziamenti illeciti a forze che hanno il solo scopo di disgregare il Paese e accompagnata a dispiegamento di forze militari in paesi confinanti la Russia.

Italiani, siete ancora così convinti che la Russia influenzi le elezioni occidentali?

O non è forse sempre stato il contrario?

Colpa della “hybris”…

Si vince sempre
© Sputnik . Vitaly Podvitsky
Si vince sempre
Tags:
russofobia, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik