19:45 14 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 1°C
    Il cosmonauta Leonov autografa il modulo spaziale della missione Apollo Soyuz

    Se può farlo Scatman, puoi farlo anche tu

    © Sputnik. Alexander Mokletsov
    URL abbreviato
    di Mauro Lauretano
    0 10

    Il mio primo autografo e l'inizio di una carriera .

    Ero a casa con la febbre, in quell’inverno del 1995.

    I pomeriggi di quella settimana trascorrevano in bilico tra la soddisfazione di non andare a scuola ampiamente giustificato e la noia di dover spendere comunque a casa quei giorni di libertà.

    All’epoca Internet non c’era e a farmi compagnia erano soprattutto le mie registrazioni del Deejay Time. Difficile spiegarlo ai giovani d’oggi ma all’epoca non era tutto a disposizione di un click. Aspettavi l’ora giusta, preparavi la cassetta, facevi partire la registrazione e poi, una volta estratta dallo stereo, la catalogavi e mettevi in fila insieme a tutte le altre. Ne avevo una bella fila sullo scaffale della mia camera.

    Deejay Time riempiva le mie svogliate giornate da liceale, passate tra sterili ribellioni e ricerca di una identità ancora non definita. Uno come me avrebbe dovuto appassionarsi al grunge, in quel periodo, invece ero irresistibilmente attratto dalla musica dance e dalla scarica di energia liberatoria che emanava. La musica dance era grande e Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso i suoi profeti. Ricordo ancora che scappai di casa per assistere alla loro esibizione all’Aquafan di Riccione, dicendo a mia madre che sarei andato al mare, a casa dei genitori del mio amico Matteo.

    vintage 😀

    Публикация от ALBERTINO (@albertinodj) Июл 5 2017 в 1:23 PDT

    Io e mio fratello non abbiamo mai parlato molto ma a modo nostro ci siamo sempre voluti bene. Ciononostante non mi sarei mai aspettato di ricevere da lui il regalo che ha segnato la mia vita.

    In una delle sue discese da Milano per il weekend (la mia famiglia ha sempre abitato a Roma), proprio in quella settimana che ero a casa con l’influenza, mi portò come regalo il cd singolo di Scatman. Ne possedevo già una copia e lui lo sapeva, quindi gli chiesi come mai avesse avuto intenzione di regalarmene un altro. “Questo ha un libretto di copertina migliore”, mi rispose lui. Incuriosito andai a guardare e, per un po’, rimasi impietrito dallo stupore. Il libretto di copertina mio fratello lo aveva usato come superficie per l’autografo di Albertino. Fu la prima volta che lo abbracciai da quando avevo passato l’età della pubertà, credo.

    “Ma come hai fatto ad averlo?!”, chiesi incredulo. Albertino era il mio idolo e, come tutti gli idoli, aveva qualcosa di irraggiungibile. “Beh, è bastato aspettare alcune volte fuori dalla sede di Radio Deejay all’ora in cui più o meno finiva il programma finché non l’ho incontrato”. Volevo sapere tutto di quell’incontro, gli feci diverse domande, tutte più o meno frustrate, visto che il loro contatto si era limitato alla richiesta e alla realizzazione dell’autografo. Ma non ero deluso, per quello. C’era solo eccitazione in me, la sensazione di poter far parte di un qualcosa che amavo. Ciò che fino ad allora mi era sembrato così distante era diventato improvvisamente vicino. E tutto per quella firma sopra il libretto di un cd.

    Andai in camera mia e pompai a tutto volume Scatman. Avevo in mano quel libretto, lo guardavo fisso, finché il mio sguardo non cadde sul testo e precisamente su queste parole:

    “Everybody stutters one way or the other So check out my message to you As a matter of fact, I don't let nothin' hold you back If the Scatman can do it, so can you”

    If the Scatman can do it, so can you, Se può farlo Scatman, puoi farlo anche tu. E se poteva farlo Flavio (mio fratello), potevo farlo anche io.

    Decisi che l’autografo di Albertino era sì il primo ma non sarebbe stato l’ultimo. Il secondo, però, avrei dovuto procurarmelo io. Iniziai a pensare a chi chiederlo, come ottenerlo, quali strategie adottare ecc.

    Non me ne rendevo ancora conto allora ma in quel momento iniziava a prendere forma la mia carriera di collezionista di autografi.

     

     

    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik