00:45 18 Giugno 2019
L'intervento più lungo nella storia delle assemblee generali dell'ONU fu quello di Fidel Castro il  26 settembre 1960

Fidel Castro, un gigante del Novecento

© AP Photo /
URL abbreviato
di Federico La Mattina
3114

Fidel Castro è stato un grande leader, simbolo dell’indipendenza e dell’emancipazione dei popoli dell’America Latina.

La morte di Fidel Castro ha suscitato reazioni diverse in tutto il mondo, come succede ai grandi della storia quando lasciano questa terra. Tra le reazioni più calorose (oltre ai paesi amici della regione) spiccano quelle di Russia e Cina con cui Cuba è in ottimi rapporti.

Fidel Castro giunse al potere con un programma nazionalista e antimperialista e si spostò su posizioni marxiste a partire dal 1960-1961 quando i già pessimi rapporti con gli Usa deteriorarono definitivamente.

Ma l'impegno internazionalista di Cuba non è stato solo “necessità”, dall'Angola, ai medici inviati in tutto il mondo, dal sostegno alle cause dei popoli oppressi alla fondazione dell'Alba insieme al Venezuela bolivariano. I cubani di Miami forse rimpiangono la Cuba in mano alla mafia degli anni '50 che — per fortuna — non tornerà.

Singolare è stato il rapporto tra Castro e Mandela: due grandi amici che hanno rappresentato il volto migliore del Novecento. Mentre gli Stati Uniti consideravano Mandela un terrorista, Fidel Castro sosteneva con forza la lotta contro l'apartheid. Cuba e il Sudafrica dell'apartheid si scontrarono frontalmente in Angola e Nelson Mandela non dimenticò mai il ruolo che svolsero gli amici della sua causa quando era in prigione (perché era facile farlo dopo la sua liberazione). Trump e i cubani di Miami possono cianciare quanto vogliono, Castro e Mandela saranno per sempre ricordati per il ruolo progressivo e realmente democratico che hanno svolto non solo all'interno dei loro paesi ma anche nelle lotte per l'emancipazione dei popoli del Sud del mondo, contro il razzismo, l'imperialismo e il neocolonialismo. Due giganti della Storia.

Fidel Castro è stato un gigante del Novecento, un simbolo del riscatto latinoamericano e dei popoli oppressi, un grande patriota prima ancora che leader comunista, lucido nelle sue analisi fino alla fine.

La rivoluzione cubana ha resistito durante la guerra fredda quando dittature genocide sostenute dagli Usa imperversavano in America Latina — ha superato il "periodo especial" ed è entrata a testa alta nel XXI secolo, legittimandosi con forza in seno ad organismi regionali come la Celac.

Russia e Cina sono state fondamentali in questo senso dato che hanno sostenuto Cuba nei periodi difficili: la Russia ad esempio ha cancellato il 90% contratto con Cuba dai tempi dell’Urss con la garanzia che il restante 10% sarà speso in progetti di investimento congiunti. Fidel Castro in un articolo del 2015 ha definito Russia e Cina “un potente scudo per la pace e la sicurezza nel mondo”.

La Russia è anche in ottimi rapporti con il Venezuela — alleato di Cuba — e ciò che accomuna questi paesi nella visione internazionale è la volontà di costruire un mondo multipolare che possa dare anche maggiori margini di autonomia all’emancipazione latinoamericana.

Fidel Castro è stato infatti un grande leader latinoamericano, continuatore degli ideali del patriota cubano José Martì e sostenitore dell’integrazione politica latinoamericana anche in presenza di forti divergenze politiche. Ha sostenuto il processo di pace in Colombia ed ha sempre avuto un approccio realista alle relazioni internazionali, senza mai rinunciare alle sue idee e ai principi del socialismo cubano.

La piccola isola caraibica ha osato sfidare l’imperialismo nordamericano resistendo ad invasioni ed attentati terroristici per decenni, superando differenti fasi storiche e riuscendo ad intavolare trattative alla pari con l’amministrazione Obama.

L'opinione dell'autore può non corrispondere a quella della redazione.

Correlati:

Che futuro attende Cuba dopo la morte di Fidel Castro?
E' morto Fidel Castro. "Era tra i grandi che hanno cambiato il mondo"
L'ultimo discorso pubblico di Fidel Castro
Fidel Castro a Obama: “Non abbiamo bisogno di regali dall'Impero”
Tags:
relazioni, politica, Storia, Morte, Fidel Castro, Cuba, USA, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik