Israele, archeologi trovano un uovo intatto vecchio di 1000 anni e lo rompono per sbaglio - Foto

Un giorno di mille anni fa una gallina a Yavneh ha deposto un uovo. Un uovo che non si è mai schiuso ed era rimasto conservato per tutto questo, finché gli artefici del suo ritrovamento non ci hanno fatto una frittata.
Sputnik
L'uovo si era conservato per tutti questi anni, poiché rimasto 'intrappolato' all'interno di un pozzo in un nugolo di rifiuti di consistenza soffice che gli garantivano un ambiente anaerobico.
Lo hanno poi rinvenuto gli archeologi dell'Autorità per le antichità israeliane, che sono riusciti miracolosamente a estrarlo intatto.
"Siamo rimasti sorpresi di trovarlo: di tanto in tanto troviamo frammenti di gusci d'uovo, ma un uovo intero è straordinario", ha detto ad 'Haaretz' l'archeologo della IAA Alla Nagorsky, capo di questa parte dello scavo di salvataggio.
Israele, archeologi trovano un uovo intatto vecchio di 1000 anni e lo rompono per sbaglio
L'uovo si è però poi accidentalmente rotto in laboratorio ma per - parziale - fortuna un po' di tuorlo è rimasto nel guscio e servirà per analisi future del DNA, da cui ricavare informazioni utili sull'evoluzione dei polli.
La datazione dell'uovo è stata resa possibile dal fatto che è stato rinvenuto insieme a tre bambole in osso, tipiche di tutto il periodo abbaside, che va dal VII secolo alla fine dell'XI, e una lucerna ad olio, tipica appunto del tardo periodo abbaside, risalente a 1000 fa come spiegato sempre da Nagorsky.
Discussione