Francia, la polizia potrà spiare i cittadini attraverso i telefoni

© Sputnik . Dominique Boutin / Accedi all'archivio mediaPoliziotto a cavallo in Francia
Poliziotto a cavallo in Francia - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2023
Seguici suTelegram
I legislatori francesi hanno concordato un disegno di legge di riforma della giustizia che include una clausola che conferisce alla polizia il potere di ottenere la geolocalizzazione dei sospetti tramite telefoni e altri dispositivi.
Secondo Le Monde, i legislatori hanno dato alla polizia francese il permesso di spiare i sospetti indagati attivando da remoto la fotocamera, il microfono e il GPS dei loro telefoni e altri dispositivi.
Parte di un disegno di legge di riforma giudiziaria più ampio, i media hanno sottolineato che il permesso di spionaggio è stato attaccato da sostenitori sia di sinistra che di destra come una "mandato autorevole di intercettatori", anche se il ministro della Giustizia Éric Dupond-Moretti insiste sul fatto che ciò riguarderebbe solo "decine di casi all'anno".
Il presidente della Serbia Aleksandar Vucic - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2023
Vucic: In Kosovo è in corso una silenziosa pulizia etnica dei serbi
Il provvedimento consentirebbe la geolocalizzazione degli indagati di reati punibili con almeno cinque anni di reclusione e riguarderebbe dispositivi come laptop, automobili e altri oggetti connessi alla rete come i telefoni.
Secondo l'articolo, un gruppo francese che lavora a favore dei diritti digitali chiamato La Quadrature du Net (Il quadrato della rete) ha affermato, in un comunicato, che le disposizioni "suscitano serie preoccupazioni per le violazioni delle libertà fondamentali" come il "diritto di sicurezza, diritto alla vita privata e alla corrispondenza privata" e "il diritto di andare e venire liberamente".
Durante un altro dibattito mercoledì, i parlamentari della base del presidente Emmanuel Macron hanno inserito un emendamento che limita l'uso dello spionaggio a distanza "quando giustificato dalla natura e dalla gravità del crimine" e "per una durata strettamente proporzionata". Tuttavia, qualsiasi utilizzo del dispositivo deve essere approvato da un giudice e la durata totale della sorveglianza non può superare i sei mesi e le professioni sensibili, inclusi medici, giornalisti, avvocati, giudici e parlamentari, non sarebbero bersagli legittimi.
"Siamo molto lontani dal totalitarismo del 1984" descritto nel romanzo di George Orwell su una società completamente sorvegliata, ha detto Dupond-Moretti. "Le vite delle persone saranno salvate" dalla legge, ha aggiunto.
Sempre secondo i media, nonostante sia stato contestato, il provvedimento votato dall'Assemblea nazionale francese è solo una parte del più ampio progetto di riforma del sistema giudiziario, che contiene anche diversi altri dispositivi.
Aleksander Lukashenko  - Sputnik Italia, 1920, 06.07.2023
La situazione in Ucraina
Lukashenko propone a Russia e Ucraina di avviare negoziati senza precondizioni
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала