La Russia respinge un attacco di droni ucraini contro le navi che proteggono i gasdotti in Turchia

© Sputnik . Sergey Malgavko / Navi della Flotta russa del Mar Nero
Navi della Flotta russa del Mar Nero - Sputnik Italia, 1920, 24.05.2023
Seguici suTelegram
L'Ucraina ha tentato senza successo di attaccare con imbarcazioni senza pilota la nave della Flotta russa del Mar Nero "Ivan Khurs", che assicura la sicurezza dei gasdotti Turkish Stream e Blue Stream, ha dichiarato stamane il Ministero della Difesa russo.
Tutte le imbarcazioni nemiche sono state distrutte dai militari russi a 140 chilometri a nord-est dello Stretto del Bosforo, ha detto il Ministero, aggiungendo che la nave Ivan Khurs continua a svolgere i suoi compiti.

"Dopo l'attacco terroristico del 26 settembre 2022 contro il Nord Stream-1 e il Nord Stream-2, l'esercito russo ha adottato misure per proteggere tali strutture. E non invano. Oggi, alle 5:30 ora locale, le forze armate ucraine con l'uso di tre imbarcazioni ad alta velocità senza equipaggio hanno tentato senza successo di attaccare la nave Ivan Khurs che stava svolgendo i compiti di garantire la sicurezza dei gasdotti Turkish Stream e Blue Stream nella zona economica esclusiva della Repubblica di Turchia", ha detto il Ministero.

Il Blue Stream è il principale gasdotto che trasferisce il gas dalla Russia alla Turchia attraverso il Mar Nero. Il gasdotto, costruito dalla russa Gazprom e dall’ENI, attraversa i territori dell'Europa orientale.
Il TurkStream (ex Turkish Stream) è un gasdotto da 11,5 miliardi di euro in grado di pompare fino a 31,5 miliardi di metri cubi di gas russob all'anno verso la Turchia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала