Politico: ministri estero tedesco e ungherese litigano sull’Ucraina

© SputnikAnnalena Baerbock
Annalena Baerbock  - Sputnik Italia, 1920, 23.05.2023
Seguici suTelegram
Lunedì, Péter Szijjártó ha detto che Budapest intendeva opporsi allo stanziamento di 500 milioni di euro dal Fondo Europeo per la Pace per armare l'Ucraina.
Un incontro tra la Ministro degli Esteri tedesca Annalena Baerbock e il suo omologo ungherese Péter Szijjártó si sarebbe concluso con un alterco sulla questione della banca OTP ungherese e sul blocco degli aiuti all'Ucraina, ha scritto l'editorialista di Politico Jacopo Barigazzi.

"Secondo quattro diplomatici, la Germania e l'Ungheria hanno discusso lunedì durante una riunione dei ministri degli Esteri a Bruxelles, sul ruolo della banca ungherese nel conflitto in Ucraina", si legge nell'articolo. Secondo il giornalista, la Baerbock avrebbe rimproverato Szijjártó per aver rifiutato di approvare ulteriori aiuti militari dell'UE a Kiev, citando anche alcuni "rapporti non specificati" sulla banca ungherese OTP, accusandola di violare il diritto internazionale, secondo l'editorialista. Budapest ha negato le accuse e ha definito i rapporti errati, ha scritto Barigazzi.

Lunedì, Péter Szijjártó ha detto che Budapest intendeva opporsi allo stanziamento di 500 milioni di euro dal Fondo Europeo per la Pace per armare l'Ucraina, fino a quando OTP fosse stata elencata come "sponsor di guerra".
In precedenza, l'Agenzia nazionale ucraina per la prevenzione della corruzione ha dichiarato di aver inserito il gruppo bancario ungherese nella lista a causa di presunti prestiti preferenziali all'esercito russo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала