- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

L'aviazione russa distrugge un deposito ucraino di armi a razzo e di artiglieria

© Sputnik . Andrey Kataev / Accedi all'archivio mediaIl caccia MiG-35
Il caccia MiG-35 - Sputnik Italia, 1920, 22.04.2023
Seguici suTelegram
Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato a gennaio che le forniture di armi all'Ucraina da parte dei Paesi occidentali testimoniano il loro diretto e crescente coinvolgimento nel conflitto.
Un deposito ucraino di armi a razzo e di artiglieria è stato distrutto dall'aviazione russa, il nemico ha perso fino a 600 proiettili del sistema di lancio multiplo (MLRS), ha dichiarato a Sputnik un portavoce del Ministero della Difesa russo.
"Gli aerei che operano nell'interesse del gruppo meridionale di truppe nella direzione Alexandr-Kalinin hanno colpito il deposito di armi missilistiche e di artiglieria del nemico nella zona del villaggio di Sergeevka. Di conseguenza, sono stati distrutti fino a 600 razzi MLRS", ha detto il portavoce.
Ha aggiunto che, in direzione di Avdeevka, due roccaforti ucraine sono state colpite dalle forze russe. Nella direzione di Maryinka, le truppe russe hanno soppresso diversi luoghi di dispiegamento temporaneo delle unità ucraine.
I Paesi occidentali hanno aumentato in modo significativo il loro sostegno economico e militare al regime di Kiev, che ora comprende sistemi di difesa aerea e di lancio di razzi multipli, carri armati, artiglieria semovente, cannoni antiaerei, veicoli blindati e vari tipi di munizioni. Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha dichiarato a gennaio che le forniture di armi all'Ucraina da parte dei Paesi occidentali testimoniano il loro diretto e crescente coinvolgimento nel conflitto.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала