Il Regno Unito non sostiene la risoluzione dell'ONU sull'uranio impoverito

© Foto : CC BY 2.0 / Eric Hossinger Parlamento del Regno Unito
Parlamento del Regno Unito - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2023
Seguici suTelegram
Prima che venisse presa la decisione di inviare proiettili all'uranio impoverito in Ucraina, il ministero della Difesa britannico non ha trattato con le organizzazioni internazionali la risoluzione dell'Assemblea Generale ONU, secondo la quale le conseguenze dell'uso di tali munizioni non sono state pienamente studiate.
A riferirlo è stato il viceministro del dipartimento britannico James Hippie.
Il presidente russo Vladimir Putin, parlando dell'intenzione della Gran Bretagna di trasferire munizioni all'uranio impoverito in Ucraina, ha affermato che la Russia sarebbe costretta a rispondere se l'Occidente collettivo iniziasse a utilizzare armi con componenti nucleari, e che l'Occidente "ha deciso di combattere la Russia fino all'ultimo ucraino, non a parole, ma in pratica".
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha affermato che se ciò accadesse, finirebbe male per Londra. La rappresentante ufficiale del dipartimento, Maria Zakharova, ha descritto l'uso di proiettili all'uranio impoverito come una manifestazione di genocidio verso la popolazione contro la quale vengono utilizzate tali armi.
Al parlamento britannico, al vice segretario alla Difesa britannico James Hippie è stato chiesto se si fosse consultato con organizzazioni internazionali interessate in merito a questo paragrafo della risoluzione prima di decidere di fornire proiettili all'Ucraina.
"No. In assenza di forti prove contrarie, non riconosciamo il potenziale rischio percepito per la salute e l'ambiente e, pertanto, non sosteniamo le risoluzioni delle Nazioni Unite che implicano che l'uranio impoverito è dannoso", ha detto Hippie in una dichiarazione su il sito web del Parlamento britannico.
Il vice ministro della Difesa britannico Annabelle Goldie aveva dichiarato in precedenza che Londra avrebbe trasferito munizioni contenenti uranio impoverito in Ucraina. Il portavoce della Casa Bianca John Kirby ha detto che gli Stati Uniti non invieranno munizioni all'uranio impoverito in Ucraina, ma è fiducioso che queste non rappresentino una minaccia radioattiva, secondo lui, queste sono "armi di tipo convenzionale e vengono usate da decenni".
Il presidente russo Vladimir Putin - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2023
Il presidente russo Putin firma il decreto che approva il nuovo concetto di politica estera
La risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 2022, in particolare, afferma che la ricerca moderna non fornisce un quadro sufficientemente completo delle conseguenze dell'uso di armi con uranio impoverito per l'uomo e l'ambiente.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала