Politico austriaco Grosz: “Il rifiuto di Vienna del gas russo richiederà anni e non ha senso”

© SputnikGerald Grosz
Gerald Grosz - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2023
Seguici suTelegram
Il rifiuto da parte dell'Austria del gas proveniente dalla Russia richiederà anni e non ha molto senso, dal momento che il gas russo continua ad arrivare nella Repubblica, solo a prezzi più alti e attraverso altri percorsi, ha dichiarato l'ex candidato presidenziale, politico e pubblicista Gerald Grosz in un'intervista a Sputnik.
"L'economia e l'industria austriaca sono state guidate dal gas russo a basso costo per più di cinque decenni. Un cambio richiederebbe anni e molto denaro dei contribuenti. Inoltre, non ha molto senso fare a meno del gas russo a basso costo e ottenere lo stesso gas da altri Paesi a un prezzo quattro volte superiore. Tutti si sono assicurati che il gas russo arrivi a noi a un costo maggiore e attraverso altri Paesi. Dubito che i cittadini siano disposti a sacrificare i propri risparmi per il bene di una frode morale", ha detto il politico e pubblicista austriaco Gerald Grosz.
Come ha detto l'amministratore delegato uscente dell'azienda energetica austriaca Energie AG, Werner Steineker, lo scorso dicembre, la quota di gas proveniente dalla Russia nelle importazioni dell'Austria è fino al 50%, e tutte le voci secondo cui la dipendenza dall'"oro blu" russo si sarebbe ridotta al 20% sono false.
In precedenza, il Cancelliere austriaco Karl Nehammer e i ministri del suo governo hanno ripetutamente affermato che le forniture di gas russo alla Repubblica sono state ridotte a "circa il 20%". Il Ministero dell'Energia austriaco ha dichiarato che le cifre sono state ricavate da un rapporto del regolatore nazionale E-Control dello scorso ottobre. Il Ministero ha precisato che i dati sulle forniture di gas russo alla Repubblica si trovano in una "fascia di fluttuazione", perché gli operatori del mercato del gas non sono obbligati a informare l'E-Control sulla fonte esatta del gas importato.
A gennaio sono state rese disponibili statistiche più recenti di E-Control, secondo le quali la quota delle forniture di gas russo all'Austria nel novembre dello scorso anno era del 41%.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала