- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Kiev non è in grado di provare l'origine iraniana dei droni che utilizza la Russia

CC0 / / Kiev
Kiev - Sputnik Italia, 1920, 21.01.2023
Seguici suTelegram
Gli investigatori ucraini non riescono a risalire all'origine dei droni usati dalla Russia in Ucraina e che, ad avviso di Kiev, sarebbero fabbricati dall'Iran.
Lo ha annunciato il procuratore del Dipartimento per la lotta ai crimini nelle condizioni di conflitto armato dell'Ufficio del procuratore generale dell'Ucraina Ivan Chizhevsky.
"Non possiamo ancora dire che si tratti di droni di fabbricazione iraniana. È in corso un'indagine preliminare. Non sarà veloce. Del resto, l'esame non è semplice, ma con la partecipazione di una vasta gamma di specialisti che possono scoprire quali sono questi componenti e la loro origine", ha detto il procuratore.
Ha osservato che non può affermate quanto sarebbero durati gli esami. Secondo Chizhevsky, Kiev farà appello ai tribunali internazionali per l'uso dei droni. "Ma penso che al momento sia assolutamente scorretto affermare in quale istanza e con quali tempistiche", ha detto.
Il procuratore ha aggiunto che i partner internazionali stanno aiutando gli esperti ucraini nelle indagini, ma gli investigatori non hanno ancora contattato l'Iran.
La Russia ha ripetutamente e a vari livelli affermato di utilizzare solo droni di produzione nazionale in Ucraina, quindi, come ha sottolineato nell'ottobre 2022 Dmitry Polyansky, vice rappresentante permanente della Federazione Russa presso l'ONU, tutte le accuse di utilizzo di droni iraniani "rimangono sulla coscienza dei nostri colleghi occidentali".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала