Prezzi gas in Europa sotto i $ 610 per mille metri cubi per la prima volta dall'autunno 2021

© AP Photo / Cornе Sparidaens / ANPImpianto di trattamento del gas nei Paesi Bassi
Impianto di trattamento del gas nei Paesi Bassi - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2023
Seguici suTelegram
Il calo dei prezzi del gas in Europa è dovuto al raffreddamento del mercato a causa dell'elevato tasso di occupazione degli impianti di stoccaggio sotterrane.
I prezzi di scambio del gas in Europa sono diminuiti del 15% lunedì, scendendo sotto i 610 dollari per 1.000 metri cubi per la prima volta da settembre 2021, con la capacità degli impianti di stoccaggio sotterraneo (UGS) europei che si è mantenuta all’elevato livello dell'81,49%.
Gli UGS europei sono pieni per l'81,49% (-0,2%) e contengono 88,6 miliardi di metri cubi al 16 gennaio, con un aumento di 1,7 volte rispetto all'anno precedente, secondo i dati dell'Associazione delle Infrastrutture del Gas in Europa (GIE) e della borsa ICE di Londra.
I minori prelievi di gas possono essere attribuiti al clima caldo e all'aumento della produzione di energia eolica. Secondo WindEurope, lunedì le centrali eoliche hanno prodotto il 25,8% di tutta l'elettricità generata nel blocco, un valore 1,7 volte superiore alla media annuale del 15%.
Il calo dei prezzi del gas in Europa è dovuto al raffreddamento del mercato a causa dell'elevato tasso di occupazione degli impianti di stoccaggio sotterranei, ma i paesi europei potrebbero comunque subire una nuova impennata dei prezzi, hanno dichiarato gli analisti a Sputnik. Nel frattempo, le quotazioni del gas restano comunque diverse volte superiori rispetto a quelle del 2021.
All'inizio di marzo, le quotazioni del gas hanno toccato i massimi storici per quattro giorni di fila a causa dei timori di un divieto di importazione delle risorse energetiche russe. Il 7 marzo il prezzo ha raggiunto il livello record di 3.892 dollari per 1.000 metri cubi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала