Lituania, il presidente preoccupato del fatto che l'Occidente possa essere "stanco" dell'Ucraina

© Sputnik . Aleksei Vitvitskiy / Accedi all'archivio mediaIl vincitore delle elezioni presidenziali in Lituania, Gitanas Nauseda
Il vincitore delle elezioni presidenziali in Lituania, Gitanas Nauseda - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2023
Seguici suTelegram
Presidente lituano Nausėda: le popolazioni occidentali potrebbero essere stanche della situazione con l'Ucraina.
Il presidente lituano Gitanas Nausėda ha espresso la propria preoccupazione che la popolazione dei paesi occidentali possa essere "stanca" del conflitto in Ucraina, cosa che rallenterebbe la fornitura di assistenza militare a Kiev, parlando in occasione della tavola rotonda "Defending Europe" al Forum economico mondiale di Davos:

"Abbiamo il timore che le comunità occidentali possano stancarsi di (...) (della situazione in Ucraina, n.d.r.), perché ci sono diverse caratteristiche che stancano la comunità occidentale, in primis l'alta inflazione, l'inflazione energetica. Non siamo particolarmente abituati a questo livello di inflazione, come il 10%, il 15% o addirittura il 20% (...) i politici presteranno maggiore attenzione a questi problemi".

La trasmissione è stata messa in onda sul sito web del forum.
In Lituania, prosegue il presidente, "la maggior parte della popolazione sostiene l'Ucraina, quindi non si possono nemmeno immaginare manifestazioni contro l'assistenza militare a Kiev in Lituania. (...) Il presidente (della Polonia) Duda riferisce che l'atteggiamento della società tedesca sta cambiando (...) l'opinione della società tedesca è completamente diversa rispetto a quella lituana".
"Questo è il motivo per cui i politici sono costretti a tenere conto di questa situazione, e talvolta questo spiega perché le decisioni di importanti Paesi dell'UE e della NATO appaiono più tardi di quanto tutti ci aspettassimo e volessimo", ha detto Nauseda, commentando l'informazione secondo cui la Germania sta ritardando il trasferimento di carri armati Leopard carri a Kiev.
Il quotidiano Politico a gennaio ha scritto che Francia e Polonia stavano spingendo la Germania a inviare carri armati Leopard in Ucraina.
Il rappresentante ufficiale del gabinetto tedesco, Steffen Hebestreit, ha detto ai giornalisti che il governo tedesco attualmente non intende fornire a Kiev carri armati Leopard 2.
Lo stesso cancelliere tedesco Olaf Scholz ha commentato il dato dicendo che "la Germania continuerà a coordinare le sue azioni con i suoi alleati , non ci saranno decisioni affrettate".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала