- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Occidente cerca di consegnare nuove armi all'Ucraina per contrastare l'offensiva russa

© AP Photo / Mindaugas KulbisCarro armato Leopard 2 (foto d'archivio)
Carro armato Leopard 2 (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 13.01.2023
Seguici suTelegram
I Paesi occidentali stanno cercando di consegnare rapidamente armi moderne all’Ucraina e, in particolare, carri armati, temendo l'offensiva delle truppe russe in primavera, scrive il New York Times.
Secondo l’NYT, "i funzionari occidentali temono sempre più che l'Ucraina abbia solo una ristretta finestra di opportunità per prepararsi a respingere un'attesa offensiva russa in primavera". Il giornale rileva che i partner di Kiev stanno cercando di consegnare "armi moderne, che prima si rifiutavano di fornire, temendo di provocare Mosca".
Ad esempio, il giornale cita le consegne di sistemi di difesa antimissile americani Patriot, nonché l'intenzione di un certo numero di paesi occidentali di inviare carri armati a Kiev. Secondo il giornale, sebbene l'Ucraina abbia chiesto i carri armati sin dall'inizio dell'operazione militare speciale della Federazione Russa, questo processo ha subito un'accelerazione solo questa settimana. Le autorità di Gran Bretagna e Polonia "hanno apertamente invitato l'alleanza dei paesi occidentali a cambiare posizione" sulla questione dell'invio di carri armati.
"L'Occidente ha resistito all'idea di consegnare alcune delle sue armi più potenti all'Ucraina per paura che avrebbe portato la NATO in conflitto diretto con la Russia. Ma, vista la determinazione dell'Ucraina a resistere, l'improbabile prospettiva di colloqui di pace in tempi brevi, e lo stallo sul campo di battaglia, gli alleati della NATO stanno facendo marcia indietro", scrive il giornale.
L'Occidente considera ancora impossibile la fornitura di alcuni tipi di armi e attrezzature. In particolare, si tratta di caccia e missili a lungo raggio che consentiranno di colpire obiettivi sul territorio russo. Inoltre, gli Stati Uniti non sono pronti a fornire all'Ucraina carri armati M1 Abrams. I funzionari americani ritengono che questi carri armati siano troppo pochi, abbiano bisogno di manutenzione costante e funzionino solo con carburante speciale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала