Grecia invita l'UE a imporre sanzioni contro la Turchia per la pesca illegale

© AP Photo / Michael SvarniasLa guardia costiera greca
La guardia costiera greca - Sputnik Italia, 1920, 12.01.2023
Seguici suTelegram
Il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias ha inviato una lettera al capo della diplomazia dell'UE Josep Borrell in cui chiede a imporre sanzioni contro la Turchia per le attività di pesca illegali nelle acque territoriali greche e il comportamento provocatorio della guardia costiera turca, hanno riferito i media greci, citando fonti.
"La suddetta pratica turca ripetuta crea un ambiente di sicurezza pericoloso e aumenta il rischio di un 'incidente' che potrebbe poi essere strumentalizzato da Ankara per aumentare la tensione tra Grecia e Turchia", ha scritto Dendias nella lettera citata dall'agenzia ANA.
Il diplomatico ha anche sottolineato la necessità di prendere contromisure se la Turchia prosegue le sue azioni illegali, chiedendo che i prodotti ittici turchi siano banditi dal mercato dell'UE, secondo il notiziario. Dendias ha aggiunto che una tale reazione potrebbe servire da segnale di avvertimento per la Turchia e dimostrerebbe la solidarietà dell'Unione europea con la Grecia su questo tema.
Il 5 gennaio, mentre la motovedetta della guardia costiera greca stava tentando di identificare tre pescherecci turchi che pescavano illegalmente vicino all'isola di Farmakonisi nel Mar Egeo, una motovedetta turca ha tentato di speronarla. Gli ufficiali greci hanno sparato colpi di avvertimento per scoraggiare la nave turca.
Turchia e Grecia sono in disaccordo da decenni, con il rischio di un conflitto armato che si è ripresentato più volte dal 2020. Le questioni controverse includono rivendicazioni territoriali concorrenti nel Mediterraneo orientale, in particolare nella regione del Mar Egeo, la divisione greco-turca in Cipro e la delimitazione delle frontiere marittime.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала