La Russia condanna i disordini antigovernativi in Brasile

© AFP 2023 / SERGIO LIMALe proteste dei sostenitori di Bolsonaro in Brasile
Le proteste dei sostenitori di Bolsonaro in Brasile - Sputnik Italia, 1920, 09.01.2023
Seguici suTelegram
La Russia sostiene gli sforzi del presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva per ripristinare l'ordine nel paese, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.
"Condanniamo con la massima fermezza le azioni degli autori dei disordini e sosteniamo assolutamente il presidente brasiliano Lula da Silva e le azioni volte a ripristinare l'ordine e lo stato di diritto nel paese", ha dichiarato Peskov ai giornalisti.
Il portavoce ha ricordato che il Presidente russo Vladimir Putin si è recentemente congratulato con il suo omologo per la sua vittoria elettorale.
"Continuiamo ad apprezzare gli sforzi di [Lula] da Silva e il modo in cui sta sviluppando le relazioni bilaterali", ha dichiarato il portavoce.
L'8 gennaio, centinaia di sostenitori pro-Bolsonaro che si rifiutano di accettare la sconfitta del loro leader alle ultime elezioni presidenziali, hanno invaso il Congresso Nazionale, la presidenza e la Corte Suprema, chiedendo un intervento militare per rovesciare il governo eletto, entrato in carica il 1° gennaio.
Gli assalitori hanno superato le barricate di sicurezza, sfondato porte e finestre e occupato parte dell'edificio e i tetti del Palazzo Planalto.
La notte dell'8 gennaio la polizia è riuscita a riprendere il controllo degli edifici.
Almeno 300 persone sono state arrestate, secondo la Polizia Civile del Distretto Federale. Il governatore del Distretto, Ibaneis Rocha, che è stato sospeso dalla Corte Suprema in seguito ai disordini, riferisce di oltre 400 arresti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала