Il conflitto del Tigrè potrebbe riprendere su istigazione degli Stati Uniti - ambasciatore eritreo

Tigrè, Etiopia - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2023
Seguici suTelegram
Il conflitto tra i ribelli del Fronte di Liberazione Popolare del Tigrè (TPLF) e le forze governative etiopi, potrebbe riprendere perché i ribelli sono sostenuti dagli Stati Uniti, ha dichiarato l'ambasciatore eritreo in Russia Petros Tseggai.
"I ribelli ora sono deboli, non possono fare nulla, ma hanno ancora un sostegno politico. Per tutti questi anni sono state le "mani" di alcuni Paesi occidentali, guidati dagli Stati Uniti. Tutti hanno fatto quello che gli è stato detto. Volevano l'indipendenza del Tigrè, ma per ottenerla hanno bisogno di un cambiamento geografico, in modo da avere accesso al mare. Così l'Eritrea si è messa sulla loro strada", ha spiegato.
"Ci dicono che gli eritrei devono lasciare il Tigrè... E se siamo lì, non sono gli americani o il Tigrè a dovercelo dire, ma l'Etiopia. Abbiamo rapporti con il governo federale dell'Etiopia, non con le province. Quindi gli americani dovranno ancora fare i conti con noi", ha concluso l'ambasciatore.
All'inizio di novembre è stato firmato un accordo di cessazione delle ostilità tra il governo etiope e i ribelli del Tigrè. L'accordo prevede il disarmo delle forze del Tigrè entro poche settimane. Tra le altre questioni discusse nei colloqui, il ripristino di internet e delle telecomunicazioni nella regione, la riapertura delle banche e la consegna degli aiuti umanitari.
Il conflitto nel nord dell'Etiopia è scoppiato nel novembre 2020. Le autorità hanno accusato il TPLF di aver attaccato una base militare e hanno lanciato un'operazione nel Tigrè. Nel giugno 2021, i ribelli hanno conquistato il centro amministrativo della regione, la città di Makhele, e il governo etiope ha dichiarato un cessate il fuoco incondizionato.
Tuttavia, i ribelli hanno successivamente dichiarato di aver lanciato una nuova offensiva, di aver preso il controllo di parte del Tigrè e di aver invaso la regione di Amhara. Il precedente accordo era stato raggiunto nel marzo 2022, quando le autorità etiopiche avevano annunciato un cessate il fuoco a tempo indeterminato per portare aiuti umanitari. Dopo una tregua di cinque mesi, i combattimenti sono ripresi ad agosto.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала