Donbass, ex-segretari Stato e Difesa Usa affermano che Putin manterrà i territori

© AP Photo / Ben MargotБывший госсекретарь США Кондолиза Райс
Бывший госсекретарь США Кондолиза Райс - Sputnik Italia, 1920, 08.01.2023
Seguici suTelegram
Mosca è pronta a mantenere il controllo dei territori che hanno votato per entrare a far parte della Russia durante l'operazione militare speciale in Ucraina, hanno detto in un articolo congiunto l'ex segretario di Stato americano Condoleezza Rice e l'ex segretario alla Difesa americano Robert Gates per il Washington Post.
Secondo l'ex-segretario di Stato americano Condoleezza Rice e l'ex-segretario alla DIfesa Robert Gates, la maggior parte della capacità industriale e della ricchezza mineraria dell'Ucraina sono sotto il controllo russo, mentre le infrastrutture e l'economia ucraine hanno sofferto molto.
"Per (il presidente russo Vladimir Putin), la sconfitta non è un'opzione. Non può cedere all'Ucraina le quattro province orientali che ha dichiarato parte della Russia. Se quest'anno non può avere successo militarmente, deve mantenere il controllo delle posizioni nell'est e nel sud Ucraina che fornisce futuri punti di partenza per rinnovate offensive per conquistare il resto della costa ucraina del Mar Nero, controllare l'intera regione del Donbass e poi spostarsi a ovest", afferma l'articolo congiunto, pubblicato sabato.
"Contate sulla pazienza che ha Putin per raggiungere il suo destino", hanno detto Rice e Gates.
I due hanno poi sottolineato che Kiev dipende quasi interamente dagli aiuti occidentali e che gli Stati Uniti devono aumentare le loro forniture militari all'Ucraina se vogliono che le truppe ucraine respingano le forze russe.
"In assenza di un'altra importante svolta e successo ucraino contro le forze russe, le pressioni occidentali sull'Ucraina per negoziare un cessate il fuoco aumenteranno con il passare dei mesi di stallo militare", afferma l'articolo congiunto.
Il 30 settembre, il presidente russo Vladimir Putin e i capi delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nonché delle regioni di Kherson e Zaporozhye, hanno firmato accordi sull'adesione di questi territori alla Russia, a seguito di referendum che hanno dimostrato che la stragrande maggioranza della popolazione locale appoggiava la volontà di entrare a far parte della Russia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала