In Sudafrica si chiede di far entrare nel BRICS i Paesi candidati già nel 2023

© Sputnik . Grigory Sysoev / Accedi all'archivio mediaLe bandiere dei BRICS (foto d'archivio)
Le bandiere dei BRICS (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 06.01.2023
Seguici suTelegram
Quest'anno la Repubblica del Sudafrica dovrebbe utilizzare la sua presidenza nei BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) per garantire l'ammissione di nuovi paesi. Lo afferma la bozza di risoluzione del vertice dell'Congresso Nazionale Africano (ANC), il partito governativo in Sudafrica, che venerdì conclude i suoi lavori.
"L'ANC e il governo del paese da esso guidato dovrebbero sostenere l'allargamento dei BRICS accettando nuovi membri sulla base di criteri, principi e valori concordati", cita il documento il portale di notizie locale News-24, osservando che si tratta del compito di espandere i BRICS durante la presidenza sudafricana, che dovrebbe raggiungere questo consenso tra gli attuali membri dei BRICS. Come nota il portale, l'allargamento dei BRICS è in linea con la volontà del partito al governo in Sudafrica di rafforzare le alleanze per contrastare il predominio delle economie dei paesi occidentali, in particolare degli Stati Uniti, nel mondo.
Lo scorso 1° gennaio la presidenza del gruppo BRICS è stata trasferita al Sudafrica.
Algeria, Argentina e Iran hanno già fatto domanda per entrare a far parte dei BRICS, Arabia Saudita, Turchia ed Egitto hanno dichiarato il loro interesse a far parte di questo gruppo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала