Crisi energetica e inflazione, l'economia dell'eurozona potrebbe recedere quest'anno

© Foto : PixabayEurozona
Eurozona - Sputnik Italia, 1920, 01.01.2023
Seguici suTelegram
L'Europa sta cercando di far fronte alla diminuzione delle forniture di carburante dalla Russia causata dalle rigide sanzioni dei paesi occidentali contro Mosca, imposte poco dopo l'inizio dell'operazione militare speciale in Ucraina alla fine di febbraio.
È probabile che l'economia della zona euro si riduca quest'anno, a causa dell'elevata inflazione e della potenziale carenza di energia, ha avvertito FT.
Secondo gli economisti che hanno parlato con i media, la zona della moneta unica era già in recessione, con una contrazione del prodotto interno lordo prevista per tutto il 2023.
L'economista di Morgan Stanley Chiara Zangarelli ha affermato che "i mercati del gas in Europa rimangono un rischio importante", aggiungendo che "ulteriori interruzioni dell'approvvigionamento, o un inverno particolarmente freddo, potrebbero portare a nuove tensioni e prezzi in aumento, costringendo a un altro ciclo di adattamento e distruzione della domanda".
Mentre i membri dell'Unione Europea sono riusciti a ridurre la loro dipendenza dalle importazioni di gas russo rivolgendosi alla Norvegia e agli Stati Uniti, nonché passando a fonti energetiche alternative, gli economisti hanno avvertito che senza le forniture russe sarà molto più difficile rifornire gli impianti di stoccaggio del gas in Europa per il prossimo inverno.

Carsten Brzeski, responsabile della ricerca macro presso ING Bank, ha avvertito che "i livelli di stoccaggio del gas stanno rapidamente diminuendo" e che "c'è ancora il rischio di una crisi dell'approvvigionamento energetico questo inverno".

Secondo l'esperto, "inoltre, il prossimo inverno sarà ancora più impegnativo".
Le previsioni arrivano poche settimane dopo che un'agenzia di stampa statunitense ha riferito che l'Europa "è stata colpita da circa 1 trilione di dollari a causa dell'aumento dei costi energetici" tra le conseguenze dell'operazione militare speciale in corso della Russia in Ucraina, aggiungendo che "la la crisi più profonda degli ultimi decenni è solo all'inizio".
Il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo cinese Xi Jinping durante l'incontro a Dushanbe. - Sputnik Italia, 1920, 01.01.2023
Washington non in posizione di dire a Pechino come relazionarsi a Mosca - media cinese
L'UE, insieme a Gran Bretagna e Stati Uniti, ha iniziato ad applicare pacchetti di sanzioni "dure" alla Russia poco dopo che Mosca ha lanciato la sua operazione militare speciale in Ucraina il 15 febbraio. A dicembre anche il blocco europeo ha aderito alla decisione del G7 di stabilire un prezzo massimo del petrolio russo a 60 dollari al barile e ha lanciato il suo nono pacchetto di sanzioni contro la Russia.
Le restrizioni hanno interrotto le catene di approvvigionamento in tutto il mondo e hanno esacerbato i problemi del mercato energetico in corso, che a loro volta hanno portato all'aumento dei prezzi del petrolio. Il risultato delle sanzioni è stata una crisi energetica in Europa, aumento del costo della vita e inflazione record, mentre anche l'industria del blocco è stata messa a rischio.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала