Il ministro della Difesa turco ha raccontato dei colloqui con il suo collega siriano

© AP Photo / Turkish Defense MinistryIl ministro della Difesa turco Hulusi Akar
Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar - Sputnik Italia, 1920, 29.12.2022
Seguici suTelegram
Il ministro della Difesa nazionale turco Hulusi Akar, dopo aver incontrato a Mosca i suoi omologhi russo e siriano, ha affermato che Ankara rispetta l'integrità territoriale della Siria, l'unico obiettivo del Paese è la lotta al terrorismo.
I ministri della difesa della Federazione Russa, della Siria e della Turchia hanno tenuto colloqui trilaterali a Mosca per discutere dei modi per risolvere la crisi siriana, ha affermato in precedenza il ministero della Difesa russo. Il ministero ha precisato che "a seguito dell'incontro, le parti hanno preso atto della natura costruttiva del dialogo svoltosi in questa forma e della necessità di proseguirlo nell'interesse di un'ulteriore stabilizzazione della situazione nella Repubblica araba e nella regione nel suo insieme". I colloqui tra i capi dei dipartimenti militari a Mosca sono stati i primi colloqui ufficiali tra Ankara e Damasco negli ultimi 11 anni, ha osservato il quotidiano Hürriyet.
"Una delle questioni più importanti che abbiamo sollevato durante l'incontro è stata la lotta al terrorismo. Abbiamo sottolineato che rispettiamo l'integrità territoriale e i diritti sovrani di tutti i nostri vicini, in particolare Siria e Iraq, e che il nostro unico obiettivo è combattere il terrorismo e che non abbiamo altri obiettivi. Abbiamo dichiarato che cerchiamo di neutralizzare i membri di organizzazioni terroristiche come il PKK/YPG (il partito dei lavoratori del Kurdistan in Turchia bandito) e Daesh* (ISIS*), che rappresentano una minaccia per la Siria”, ha detto Akar in un comunicato stampa.
Ha osservato che la parte turca ha dichiarato durante l'incontro che "sta compiendo sforzi per garantire la sicurezza del Paese, delle persone e dei confini".
"Abbiamo anche affermato che, nell'ambito di questi sforzi, stiamo compiendo sforzi per prevenire ulteriori migrazioni dalla Siria alla Turchia. Abbiamo sottolineato che la questione siriana deve essere affrontata in modo inclusivo e olistico nel quadro della risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza dell’ONU. In tale contesto, attendiamo che i lavori, che verranno svolti nei prossimi giorni, possano dare un serio contributo alla pace e alla stabilità nella regione e in Siria", ha sottolineato Akar.
* Organizzazione terroristica bandita in Russia
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала