- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Kiev aspetta attrezzature per la ricostruzione della rete elettrica dall'America

© AP Photo / Efrem LukatskyKiev dopo un attacco missilistico
Kiev dopo un attacco missilistico - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2022
Seguici suTelegram
Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che il governo ha elaborato un piano per trovare attrezzature critiche a prezzi accessibili negli Stati Uniti che possano essere inviate per riparare le reti elettriche ucraine.
Secondo quanto riferito, i partner dell'Ucraina, compresi gli Stati Uniti, stanno "facendo tutto il possibile per ridurre i danni" alle infrastrutture del paese.
"L'amministrazione ha lavorato in collaborazione con i laboratori nazionali, l'industria, i servizi pubblici e il governo ucraino per trovare attrezzature a prezzi accessibili negli Stati Uniti che possano essere portate in Ucraina per il supporto d'emergenza."
L'agenzia ha osservato che oltre 53 milioni di dollari a sostegno della rete elettrica ucraina sono stati stanziati per attrezzature critiche per la riparazione d'emergenza, in grado di ripristinare la spina dorsale del sistema di trasmissione di energia, fondamentali per mantenere luce e calore nelle case dei consumatori durante l'inverno.
Quasi 20 miliardi di dollari in assistenza alla sicurezza sono stati assegnati all'Ucraina dal 24 febbraio, secondo lo stato maggiore. "Continueremo a identificare le apparecchiature che possono essere spedite dagli Stati Uniti, oltre agli sforzi in corso per trovare e acquisire apparecchiature dall'estero compatibili con il sistema ucraino", afferma la dichiarazione.
La sede dell'Onu a New York - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2022
Nella Duma si vede rischio di conflitto militare globale se Russia esclusa dall'Onu
Gli attacchi all'infrastruttura ucraina da parte delle forze armate russe sono iniziati il ​​​​10 ottobre, due giorni dopo l'attacco terroristico al ponte di Crimea, dietro il quale, secondo le autorità russe, si trovano i servizi speciali ucraini. Gli attacchi sono effettuati su energia, industria della difesa, comando militare e strutture di comunicazione in tutto il paese. Dopo gli scioperi del 15 novembre, il primo ministro ucraino Denys Shmyhal ha affermato che quasi la metà del sistema energetico del Paese è stata disattivata. A dicembre, Vladimir Zelensky ha affermato che al momento è impossibile ripristinare completamente il sistema energetico dell'Ucraina.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала