Mosca: visita di Zelensky conferma piani americani per combattere la Russia fino all'ultimo ucraino

© OLIVIER DOULIERYLa visita di Zelensky negli Stati Uniti
La visita di Zelensky negli Stati Uniti - Sputnik Italia, 1920, 22.12.2022
Seguici suTelegram
Il presidente ucraino è atterrato mercoledì a Washington per i colloqui con il presidente Joe Biden e un discorso davanti al Congresso, tra il nervosismo alla Casa Bianca per le lamentele repubblicane sull'assegno in bianco dell'assistenza statunitense all'Ucraina.
"La visita del presidente ucraino Vladimir Zelensky negli Stati Uniti conferma i piani di Washington di continuare a utilizzare Kiev come procura per una guerra indiretta contro la Russia", ha indicato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.
"Dimostra che gli Stati Uniti continuano la loro linea di lotta de facto e indiretta contro la Russia fino all'ultimo ucraino", ha detto Peskov, parlando ai giornalisti questo giovedì.
Peskov ha espresso rammarico per il fatto che il viaggio non abbia visto alcun sincero appello alla pace, né abbia fatto alcun accenno alle sofferenze dei civili nel Donbass.

"Possiamo affermare con rammarico che né il presidente Biden né il presidente Zelensky non hanno pronunciato neanche poche brevi parole che potrebbero essere lette come una potenziale disponibilità ad ascoltare le preoccupazioni della Russia", ha detto il portavoce del Cremlino.

"Non è stata sentita una sola parola dal signor Zelensky sui continui barbari bombardamenti di edifici residenziali negli insediamenti del Donbass (...) Non sono stati fatti veri e propri appelli alla pace, non per la telecamera, ma reali".
Il presidente ucraino ha esortato Washington ad aumentare il suo sostegno militare e finanziario a Kiev, compresi i sistemi di difesa aerea Patriot.
I commenti di Zelensky hanno segnato una morbida replica del suo ospite statunitense, che solo pochi minuti prima aveva detto ai giornalisti che Kiev era "aperta a una pace giusta" con Mosca se le condizioni fossero giuste.
Dal canto suo Biden ha promesso al suo ospite che gli Stati Uniti rimarranno "con l'Ucraina finché ci sarà un'Ucraina".
Zelensky ha proseguito i suoi colloqui con Biden con un discorso prima di una sessione congiunta del Congresso , esortando il popolo americano a fornire più armi e ad imporre più sanzioni alla Russia.
"Abbiamo l'artiglieria, sì, grazie (...) È abbastanza? Onestamente, non proprio. Per assicurarsi che i russi si ritirino completamente, sono necessari più proiettili e cannoni", ha esortato.
La visita del presidente ucraino a Washington arriva tra i crescenti timori alla Casa Bianca e nel partito del presidente che un numero considerevole di repubblicani possa non essere più pronto a firmare altri "assegni in bianco" all'Ucraina quando il nuovo Congresso si riunirà a gennaio.
L'assistenza degli Stati Uniti a Kiev è già in procinto di superare i 100 miliardi di dollari nel 2022, in aggiunta ai miliardi in più consegnati al Paese dal colpo di stato del 2014 sostenuto dagli Stati Uniti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала