Ministro Esteri Ungheria: Budapest si oppone al price cap del gas ma sembra che verrà introdotto

© Sputnik . Valeriy MelnikovMinistro degli Esteri ungherese Peter Szijjártó
Ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjártó - Sputnik Italia, 1920, 19.12.2022
Seguici suTelegram
L'Ungheria si oppone al tetto al prezzo del gas perché lo considera dannoso e pericoloso, ma c'è la sensazione che sarà introdotto, ha affermato il ministro ungherese degli Affari esteri e delle relazioni economiche estere Péter Szijjártó.
"Consiglio Energia a Bruxelles: diciamo no al price cap, perché la sicurezza dell'approvvigionamento viene prima di tutto. La proposta di introdurre un price cap del gas è brutta, dannosa e pericolosa, ma, nonostante ciò, sembra che la sua adozione possa avvenire”, ha scritto Szijjarto sui social media prima del vertice.
Ha osservato che i consigli dei ministri dell'energia dell'UE si sono recentemente tenuti con una frequenza senza precedenti, il che si spiega con la crisi energetica in Europa. Secondo lui, l'Ungheria affronta "un'altra grande battaglia" a Bruxelles.
Unione Europea - Sputnik Italia, 1920, 18.12.2022
L'UE chiude un accordo per rivedere il mercato del carbone
A novembre la Commissione ha proposto un meccanismo temporaneo di adeguamento del mercato del gas per contenere forti impennate dei prezzi. Sarà lanciato se si verificheranno contemporaneamente due condizioni: il prezzo di regolamento dei futures mensili sull'indice TTF supera i 275 euro per MWh per due settimane (poco più di 2,8mila euro per mille metri cubi di gas), e lo spread tra il TTF prezzo globale e il prezzo globale del GNL è di almeno 58 euro per 10 giorni di negoziazione consecutivi. Quando il meccanismo sarà operativo, non verranno effettuate transazioni a un prezzo superiore a 275 euro.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала