Un politico francese accusa Macron e Von Der Leyen di aver contribuito alla crisi energetica dell'UE

© Fotolia / peerawat444Linea elettrica
Linea elettrica - Sputnik Italia, 1920, 15.12.2022
Seguici suTelegram
I paesi occidentali sono stati colpiti dall'aumento dei prezzi dell'energia e da un'impennata dell'inflazione dopo aver imposto pacchetti di sanzioni contro la Russia per la sua operazione militare speciale in corso in Ucraina.
I leader dell'UE hanno portato l'Europa al declino mentre l'economia russa è in piena espansione, ha affermato il politico francese Florian Philippot, capo del partito di destra Les Patriotes.
“Il surplus di bilancio russo è quadruplicato a novembre, mentre i nostri deficit sono alle stelle. Abbiamo smesso di riscaldare scuole e ospedali e intendiamo utilizzare le candele", ha twittato Philippot.
Ha anche osservato che gli stabilimenti europei si stanno gradualmente spostando negli Stati Uniti a causa delle condizioni economiche più favorevoli.
Parigi in precedenza si era scontrata con Washington sull'Inflation Reduction Act degli Stati Uniti, con il presidente Emmanuel Macron, insieme a un certo numero di leader dell'Unione Europea, che denunciava la legislazione come "anticoncorrenziale", e che offre un vantaggio ingiusto ai produttori nordamericani, e probabilmente deruba gli europei di posti di lavoro nel settore dell'energia e dell'auto.
"Ursula, Macron e Le Maire stanno facendo un ottimo lavoro!", ha concluso Philippot sarcasticamente, riferendosi alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, al presidente francese Emmanuel Macron e al ministro dell'Economia e delle finanze del Paese.
I commenti sono arrivati ​​in un contesto di aumento del costo della vita in Francia, dove le bollette dell'elettricità sono aumentate a causa di un taglio delle forniture di gas naturale russo che si è aggiunto alla crisi energetica in tutta Europa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала