Iran impone sanzioni a 9 enti e 23 individui dell'UE e del Regno Unito

© Fotolia / Curioso PhotographyTeheran, Iran
Teheran, Iran - Sputnik Italia, 1920, 12.12.2022
Seguici suTelegram
Lunedì le autorità iraniane hanno imposto sanzioni di ritorsione contro 9 enti e 23 individui dell'Unione Europea e del Regno Unito, ha annunciato il ministero degli Esteri del Paese in una nota.
In precedenza, il capo della diplomazia dell'UE, Josep Borrell, aveva annunciato un nuovo pacchetto di sanzioni contro Teheran a causa della sua cooperazione con Mosca nel settore della difesa.
"Secondo le approvazioni delle autorità competenti, il ministero degli Esteri, nel quadro delle norme e dei meccanismi pertinenti e in risposta, impone sanzioni contro istituzioni e individui nell'Unione europea e nel Regno Unito a causa delle loro attività a sostegno del terrorismo e gruppi terroristici, incitamento alla violenza, rivolte, attacchi terroristici contro il popolo iraniano, tra cui Radio Zamane, Radio Farda, la rivista Charlie Hebdo, la base dell'aeronautica militare britannica Menwith Hill, strutture ausiliarie della Marina britannica, nonché il Comitato parlamentare britannico per la libertà dell'Iran”, si legge nella nota del dicastero diplomatico, dove sono elencate 9 organizzazioni e 23 individui.
Nelle liste delle sanzioni iraniane sono stati inseriti anche i funzionari dell'UE, tra cui l'ex ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner, il ministro dell'immigrazione britannico Robert Jenrick e il maresciallo britannico Martin Elliot Sampson.
I paesi occidentali affermano che l'Iran sta fornendo droni alla Russia per operazioni militari in Ucraina. Mosca e Teheran hanno ripetutamente negato tali accuse. Il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdollahian ha affermato che Teheran ha fornito droni alla Federazione Russa, ma pochi mesi prima dell'inizio dell'operazione speciale in Ucraina.
Il ministro degli Esteri iraniano ha definito "completamente false" le informazioni sulla fornitura di missili alla Russia. Il Cremlino ha anche osservato di non disporre di dati sulle armi iraniane: il portavoce del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov ha riferito che "vengono utilizzate attrezzature russe, con nomi russi".
L'UE aveva precedentemente imposto sanzioni contro Teheran a causa della situazione in questo paese, in cui sono in corso proteste di massa. In risposta, l'Iran ha anche ampliato le sue sanzioni contro l'Unione europea.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала