Ankara: l'esercito turco ha neutralizzato oltre 360 ​​terroristi nel nord dell'Iraq e in Siria

© AFP 2023 / Adem AltanIl ministro della Difesa turco Hulusi Akar
Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar - Sputnik Italia, 1920, 10.12.2022
Seguici suTelegram
L'esercito turco ha eliminato 364 terroristi in Iraq e Siria durante l'operazione Spada ad artiglio lanciata lo scorso 19 novembre. Lo ha annunciato il ministro della Difesa turco Hulusi Akar in parlamento durante una discussione sul bilancio del dipartimento militare.
Secondo quanto riportato dal quotidiano Milliet, il ministro ha definito l'operazione Claw-Sword la più grande degli ultimi anni. A seguito di attacchi aerei e di terra, le basi dei militanti del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK), dichiarata organizzazione terroristica in Turchia, i loro magazzini e rifugi sono stati distrutti.
L'operazione è stata lanciata in risposta all'attacco terroristico a Istanbul il 13 novembre, in cui sei persone sono state uccise e più di 80 sono rimaste ferite.
Secondo il ministro della Difesa, dall'inizio dell'anno nel Paese sono stati eliminati circa 4.000 militanti curdi. Dal luglio 2015, più di 37.000 terroristi sono stati uccisi in Turchia, nel nord dell'Iraq e in Siria a seguito di operazioni condotte dall'esercito, ha affermato Akar.
Ankara considera il Pkk una delle principali minacce alla sicurezza nazionale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала