Borrell dubita che le persone in Africa che sostengono la Russia conoscano Putin e il Donbass

© AP Photo / Olivier HosletL'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE, Josep Borrell
L'alto rappresentante per la politica estera e sicurezza dell’UE, Josep Borrell - Sputnik Italia, 1920, 09.12.2022
Seguici suTelegram
Il capo della politica estera dell'UE Josep Borrell ha dichiarato giovedì di dubitare che le persone che nei paesi africani hanno manifestato il loro sostegno alla Russia sappiano chi sia Vladimir Putin o dove si trovi il Donbass.
"La Russia è in grado di deviare le colpe, distorcere la realtà e trovare un pubblico in alcune parti del mondo. Ho visto sugli schermi televisivi questi giovani africani per le strade di Bamako [capitale del Mali] con cartelloni che dicevano: 'Presidente russo Vladimir Putin, grazie. Hai salvato il Donbass e ora salverai noi'. È scioccante. Si può pensare che queste persone non sappiano dove si trovi il Donbass o che forse non sappiano nemmeno chi sia Putin", ha detto Borrell durante una sessione della commissione speciale del Parlamento europeo sulle interferenze esterne.
Il capo della politica estera dell'UE ha affermato che ci sono persone di questo tipo anche nei Balcani, nei paesi che stanno cercando di aderire all'UE.
Le osservazioni di Borrell hanno immediatamente attirato le critiche del deputato Ozlem Demirel, secondo il quale tali dichiarazioni sono arroganti.
"Ad essere onesti, quello che ha detto non sembra molto rispettoso. Un tono così arrogante e la mancanza di rispetto per l'Africa hanno delle conseguenze. Ecco perché non c'è da stupirsi se gli africani si sentono delusi, nervosi e si rivolgono alla Russia per chiedere aiuto", ha detto il legislatore.
Anche la portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha espresso la sua preoccupazione per le osservazioni di Borrell, ricordando i numerosi casi in cui i politici occidentali hanno dimostrato di non avere conoscenze geografiche e di altro tipo.
"Il giardiniere, spacciandosi per l'Alto Rappresentante dell'UE per gli Affari Esteri, ha messo in dubbio che le persone nei Balcani e in Africa sappiano dove si trovi il Donbas e chi sia Putin. Josep [Borrell], non giudicare le persone paragonandole a te stesso", ha scritto Zakharova sul suo canale Telegram.
Non è la prima volta che Borrell fa dichiarazioni controverse che scatenano accuse di razzismo. All'inizio di ottobre, intervenendo all'inaugurazione dell'Accademia diplomatica europea di Bruges, Borrell aveva detto che l'Europa è un "giardino" e che il resto del mondo è una "giungla" che può invadere questo giardino se i "giardinieri" non se ne prendono cura.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала