Borrell: l'UE ha presentato testo finale della proposta per la normalizzazione legami Kosovo-Serbia

© Sputnik . Ilya Pitalev / Accedi all'archivio mediaPristina, Kosovo
Pristina, Kosovo - Sputnik Italia, 1920, 07.12.2022
Seguici suTelegram
L'Unione europea ha presentato la versione finale della sua proposta per la normalizzazione delle relazioni tra Kosovo e Serbia, esortando entrambe le parti ad avviare "discussioni serie", ha detto martedì il capo della politica estera dell'UE Josep Borrell.
"L'ultima versione del testo è stata inviata ieri a Belgrado e oggi in Kosovo. Ora si dovranno avviare discussioni - discussioni serie - perché questo è un momento in cui c'è una grande opportunità", ha dichiarato l'Alto rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri e la politica di sicurezza Josep Borrell, all'arrivo al vertice Ue-Balcani occidentali di Tirana.
Il diplomatico ha aggiunto che è finita la disputa sulle targhe, cosa che consente alle parti di dialogare pacificamente con la proposta messa sul tavolo dal blocco.
Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha detto martedì che il documento europeo non tiene conto delle principali preoccupazioni di Belgrado, ma sarà discusso.
"Delle cose più importanti - no (non ne tiene conto). Questo è tutto ciò che posso dire. Siamo pronti a parlare, non rifiutiamo nulla in anticipo, tranne ciò che abbiamo indicato in modo inequivocabile e chiaro di non poter accettare, non solo verbalmente ma anche per iscritto", ha detto Vucic.
Il presidente ha aggiunto che non può né accettare né rifiutare al 100% il documento proposto, dicendo che non ci può essere alcuna scadenza per esso. Il leader serbo ha nominato la creazione di comunità serbe in Kosovo e Metochia, come concordato in precedenza sotto gli auspici dell'Unione europea.
All'inizio della giornata, Vucic ha affermato di aver assicurato al suo omologo francese, Emmanuel Macron, ai margini del vertice UE-Balcani occidentali a Tirana, l'impegno di Belgrado per la pace e la stabilità nella regione.
Le tensioni sono divampate dopo che le autorità del Kosovo hanno richiesto ai serbi locali di registrare nuovamente le loro targhe automobilistiche e di presentare il codice a lettere standard della Repubblica del Kosovo, RKS (Republic of Kosovo), invece di KM (Kosovska Mitrovica), l'identificatore serbo.
Il termine per la nuova registrazione era il 31 ottobre. L'emissione di multe per le targhe serbe avrebbe dovuto iniziare il 21 novembre, ma è stata rinviata durante i negoziati a Bruxelles.
Il 23 novembre Borrell ha annunciato che Serbia e Kosovo avevano raggiunto un accordo sulla questione delle targhe.
La Serbia ha accettato di interrompere il rilascio di targhe con contrassegni che indicano le città del Kosovo, mentre le autorità albanesi del Kosovo hanno promesso di cessare ulteriori azioni relative alla reimmatricolazione dei veicoli.
Il capo della delegazione permanente dell'Ue in Serbia, Emmanuel Jofre, ha accolto con favore gli accordi, affermando che da quel momento in poi il dialogo "si concentrerà sulla normalizzazione dei rapporti".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала