- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

"C’è chi dice no": l'Ungheria ha dato una risposta chiara all'Ucraina

© AFP 2023 / Valery HacheLa bandiera dell'Ungheria
La bandiera dell'Ungheria - Sputnik Italia, 1920, 06.12.2022
Seguici suTelegram
L'Ungheria non intende partecipare all'addestramento delle forze armate ucraine, ha dichiarato il Segretario di Stato per le relazioni bilaterali del Ministero degli Esteri ungherese Tamas Mencer sulla sua pagina Facebook*.
"Alcuni paesi europei hanno avviato attività di addestramento dei soldati ucraini. Non in Ungheria. Noi diciamo no a questo. Vogliamo andare verso la pace, non verso la guerra", ha scritto il diplomatico.
In precedenza, il Ministro degli Esteri ungherese Szijjártó ha dichiarato che per Budapest è importante che la NATO non diventi parte in causa nel conflitto in Ucraina.
Sullo sfondo dell'operazione militare speciale russa, Washington e i suoi alleati stanno iniettando nel regime di Kiev decine di miliardi di dollari in armi. Mosca, da parte sua, ha ripetutamente affermato che le forniture di armi occidentali non fanno altro che prolungare il conflitto e che il trasporto di armi diventa un obiettivo legittimo per l'esercito russo.
Inoltre, l'esercito ucraino viene addestrato nei paesi occidentali. In precedenza, i ministri degli Esteri dell'UE hanno annunciato l'avvio di una missione di formazione per le Forze Armate ucraine finalizzata all'addestramento di almeno 15.000 militari ucraini. È stato riferito che avrà sede in Polonia e in Germania e che il suo quartier generale operativo sarà a Bruxelles.
*Le attività di Meta (Facebook e Instagram) sono vietate in Russia in quanto estremiste.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала