Ucraina, Joe Biden esorta Zelensky ad avviare negoziati con la Russia di Putin per il Time

© Sputnik . stringer / Accedi all'archivio mediaUS President Joe Biden delivers a statement at the White House, March 21, 2022
US President Joe Biden delivers a statement at the White House, March 21, 2022 - Sputnik Italia, 1920, 04.12.2022
Seguici suTelegram
Time: gli Stati Uniti esortano l'Ucraina a fare i conti con la perdita della Crimea e ad avviare negoziati con la Russia
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta segnalando a Vladimir Zelensky la necessità di avviare un dialogo con la Russia, ha affermato Joseph Joffe, membro della Johns Hopkins School of International Studies in un articolo per la rivista Time.
"Biden ha accennato sottilmente al suo collega di Kiev: è ora di iniziare una conversazione con Putin", ha riferito Joffe.
Secondo lo stesso, i "cari amici" occidentali di Zelensky, perseguendo i propri interessi egoistici, stanno trattenendo il regime di Kiev da un'ulteriore escalation.
Ciò è necessario per evitare di essere coinvolti in un conflitto mortale con un pericoloso avversario russo dotato di un arsenale super potente, ha aggiunto.
"Chi vuole morire per Kiev? O congelarsi mentre le forniture di gas russo all'Europa vengono tagliate? Parigi e Berlino hanno cercato di mediare i negoziati sin dal primo giorno. I leader occidentali potrebbero essere stanchi della crisi in corso, dopo nove mesi. E l'opposizione repubblicana sta crescendo negli Stati Uniti, contrari a trascinare l'America nel conflitto", ha spiegato l'esperto.
Nonostante le dichiarazioni della Casa Bianca e degli alleati secondo cui l'Occidente non detterà all'Ucraina cosa deve fare, le realtà strategiche non sono a favore di quest'ultima. Le autorità di Kiev dovrebbero prepararsi a un compromesso, e la "perdita della Crimea" potrebbe essere una di queste.
All'inizio di novembre, dopo che i media occidentali avevano riferito che Kiev era stata spinta a dialogare con Mosca, Zelensky ha indicato le condizioni per l'avvio dei negoziati.

Stando allo stesso, le condizioni erano: "il ripristino dell'integrità territoriale, il rispetto della Carta delle Nazioni Unite, il risarcimento di tutte le perdite (...) e la garanzia che ciò non accada di nuovo".

Allo stesso tempo, in precedenza il leader ucraino aveva firmato un decreto sull'impossibilità di tenere negoziati con Vladimir Putin. Ha anche affermato che l'Ucraina non avvierà dialoghi con la Russia "mentre il suo attuale presidente è in carica".
L'addetto stampa del leader russo, Dmitry Peskov, ha sottolineato che Kiev non può e non vuole negoziare, e che quindi gli obiettivi della Russia saranno raggiunti attraverso la continuazione dell'operazione militare speciale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала