Turchia-Siria, poco probabile un incontro tra Erdogan e Asad nel breve termine

© AP Photo / Ghaith AlsayedMilitari turchi in Siria
Militari turchi in Siria - Sputnik Italia, 1920, 02.12.2022
Seguici suTelegram
L'incontro tra i presidenti di Siria e Turchia, Bašár Asad e Recep Tayyip Erdoğan, nel breve termine è poco probabile, poiché per l'incontro Ankara dovrebbe rispettare le richieste di Damasco sul ritiro delle truppe e la cessazione del supporto ai combattenti.
Lo ha riferito a Ria Novosti il membro del comitato di pace per la provincia siriana di Hama, Umar Rahmon.
La possibilità di negoziati tra i leader di Turchia e Siria con la mediazione della Russia c'è, è importante per una pace in Siria e una risoluzione della situazione. La Russia è pronta a renderlo possibile, ha detto ai giornalisti il portavoce del Cremlino Dmitriy Peskov. Lo stesso giorno, il rappresentante speciale del presidente russo per la Siria, Aleksandr Lavrentyev, aveva dichiarato che Mosca è al lavoro per organizzare tale incontro nella Federazione Russa.
"Io non mi aspetto un incontro politico tra la Siria e la Turchia nell'immediato futuro, poiché la Siria non può regalare su un piatto d'argento questo asso a Erdogan prima delle elezioni", ha fatto notare Rahmon, che ha ricordato come dal 2019 si tengano regolarmente incontri sulla sicurezza tra le parti turca e siriana.
Secondo il politico, Damasco si rifiuta di tenere l'incontro a causa dell'occupazione da parte delle forze turche del nord della Siria e del sostegno di Ankara a gruppi terroristici.
Rahmon però vede nelle parole di Lavrentyev una conferma al fatto che il clima attorno ai negoziati è serio e che questi "sono già in uno stadio avanzato". Il politco ha espresso la speranza affinché la Turchia rispetti le richieste della Siria e "ritiri le truppe dal nord della Repubblica Araba della Siria, sciolga i gruppi terroristici e consegni a Damasco i ricercati".
"Non ci sarà nessun incontro se non verranno rispettate le richieste", ha sottolineato.
Rahmon ritiene che l'incontro tra i capi di Stato possa avvenire solo "ad un prezzo conveniente", altrimenti Ankara e Damasco continueranno a condurre i negoziati solo con l'uso delle forze armate.
Il rappresentante speciale del presidente russo per il Medio Oriente e i paesi dell'Africa, vice-ministro degli esteri della Federazione Russa, Mikhail Bogdanov, ha riferito a Ria Novosti che Mosca non insiete sul ruolo d'intermediario tra Ankara e Damasco, ma se le parti dovessero chiedere aiuti alla Russia, il Paese sarà pronto ad organizzare l'incontro tra Erdogan e Asad.
Il progetto European XFEL - Sputnik Italia, 1920, 02.12.2022
La Germania vuole escludere la Russia dal progetto europeo X-Ray Free-Electron Laser
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала