Ursula von der Leyen propone di creare una struttura per la gestione dei beni russi

© AP Photo / Jean-Francois BadiasLa presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen
La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2022
Seguici suTelegram
La Commissione Europea ha proposto la creazione di una struttura speciale per gestire i beni russi congelati, ha affermato in una nota la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.
"A breve termine, possiamo creare una struttura con i nostri partner per gestire e investire questi fondi", afferma il documento.
Il documento rileva che i paesi occidentali hanno bloccato circa 300 miliardi di euro di riserve della Banca Centrale e 19 miliardi di fondi privati ​​dall'inizio dell'operazione militare russa. I fondi dovrebbero essere utilizzati per sostenere l'Ucraina.
Secondo il comunicato, la CE ha alzato la stima dei danni al Paese causati dall'operazione militare russa da 380 a 600 miliardi di euro.
"Una volta revocate le sanzioni, questi fondi potranno essere utilizzati per garantire che la Russia risarcisca completamente i danni causati all'Ucraina. Stiamo lavorando a un accordo internazionale con i nostri partner per renderlo possibile. Insieme possiamo trovare modi legali per farlo", ha detto la von der Leyen in una nota.
Lunedì il Consiglio dell'UE ha approvato all'unanimità la decisione di rendere l'elusione o la violazione delle sanzioni europee un reato penale nell'Unione europea. Il commissario europeo per la giustizia Didier Reynders ha affermato che una tale decisione aprirà la strada alla confisca dei beni aziendali russi.
Sede dell'Unesco - Sputnik Italia, 1920, 30.11.2022
L'Italia ha proposto di privare la Russia della presidenza della commissione UNESCO
La CE dovrebbe ora presentare una proposta di direttiva sulle regole fondamentali per l'accertamento dei reati, che dovrà essere approvata anche dal Consiglio dell'UE e dal Parlamento europeo. In precedenza, The Irish Times, citando Didier Reynders, aveva riferito che Bruxelles sta valutando l'utilizzo dei 30 miliardi di euro di riserve della Banca centrale russa congelate in Europa come "garanzia" dell'obbligo della Russia di sostenere il costo del ripristino dell'Ucraina in caso di tregua.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала