Gazprom: parte del gas venduto alla Moldavia viene trattenuto in Ucraina

© Fotolia / Iren MorozOggi si raddoppia il gasdotto russo-tedesco North Stream
Oggi si raddoppia il gasdotto russo-tedesco North Stream  - Sputnik Italia, 1920, 22.11.2022
Seguici suTelegram
Il gas russo, che viene venduto alla Moldavia tramite l'Ucraina, non arriva completamente a Chișinău, ha riferito Gazprom.
Gazprom ha riscontrato che parte del gas russo facente parte delle forniture alla Moldavia, secondo contratto con la compagnia moldava Moldovgaz, viene trattenuto in Ucraina, riporta la compagnia russa sul suo canale Telegram.
La quantità di gas venduta da Gazprom tramite lo snodo Sudzha per il transito verso la Moldavia attraverso il territorio dei paesi confinanti è più numerosa dei volumi fisici che vengono trasferiti alla frontiera ucraina con la Moldavia, fa sapere Gazprom.
"Pur mantenendo lo squilibrio di transito attraverso l'Ucraina per i consumatori moldavi, il 28 novembre, dalle 10:00, Gazprom inizierà a ridurre la fornitura di gas attraverso lo snodo di Sudzha per il transito attraverso l'Ucraina per l'importo della sottoconsegna giornaliera", riporta la dichiarazione della compagnia russa.
Al 22 novembre, Gazprom fornisce gas attraverso lo snodo di Sudzha per il transito attraverso il territorio dell'Ucraina per un volume di 42,9 milioni di metri cubi al giorno.
Dopo l'annuncio di una possibile riduzione delle forniture attraverso l'ex-repubblica sovietica, i prezzi di borsa sul gas in Europa hanno incrementato notevolmente il ritmo di crescita.
Il futures più prossimi, quelli di dicembre, sull'indice del più grande hub europeo TTF, nei Paesi Bassi, ha aperto le contrattazioni a 1.255,6 dollari per mille metri cubi (+2%). Nella prima metà della giornata, i tassi di crescita si sono mantenuti su questa cifra.
Londra, London Eye - Sputnik Italia, 1920, 21.11.2022
Uk, 2 ministri del governo Tory smentiscono le voci di un possibile "accordo svizzero" con l'Ue
I prezzi di borsa hanno reagito al messaggio di Gazprom su un forte aumento della crescita, fino a 1.282,2 dollari per mille metri cubi (+4,2%). Tuttavia, dopo pochi minuti, i prezzi hanno recuperato il balzo. Alle 12:28 italiane le quotazioni erano a 1.255 dollari (+2%). La dinamica delle quotazioni si basa sul prezzo di regolamento del giorno di negoziazione precedente: 1.230,8 dollari per mille metri cubi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала