Mosca sulla partecipazione negata a riunione OCSE per Lavrov: incompatibilità con presidenza

© Sputnik . Maria Devakhina / Accedi all'archivio mediaIl ministero degli Esteri russo a Mosca
Il ministero degli Esteri russo a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 19.11.2022
Seguici suTelegram
Il Ministero degli Esteri russo risponde in merito alla decisione da parte polacca di negare la partecipazione alla riunione dell'OCSE in Polonia al ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov: incompatibile con la presidenza dell'organizzazione.
"La decisione della Polonia di negare al ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov la partecipazione alla riunione del Consiglio dei ministri degli Esteri dell'OSCE nella città polacca di Lodz è incompatibile con il suo status di presidente dell'organizzazione", ha affermato il ministero degli Esteri russo.
"Essa è incompatibile con lo status di presidente di un'organizzazione a cui partecipano 57 Paesi come Stati sovrani e indipendenti in piena uguaglianza. Il regolamento interno dell'OSCE e le decisioni dei suoi organi decisionali, in particolare la decisione del Consiglio ministeriale dell'OSCE a Porto (2002) è stata violata sui principi di lavoro dell'attuale presidenza", ha affermato il ministero in una nota.

Nel documento si conclude sottolineando il fatto che Mosca ha inviato il giorno prima una richiesta affinché vengano valutate le azioni della Polonia a tutti gli Stati che fanno parte dell'OSCE.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала