Istituto Superiore di Sanità rileva efficacia della quarta dose di vaccino anti-Covid negli over 80

© Filippo AttiliInfermiera prepara un vaccino
Infermiera prepara un vaccino - Sputnik Italia, 1920, 19.11.2022
Seguici suTelegram
Secondo l'Iss, in Italia i decessi per Covid-19 nella fascia di età superiore agli 80 sono ormai quasi 10 volte inferiori tra quanti hanno ricevuto la quarta dose di richiamo del vaccino negli ultimi 120 giorni rispetto a coloro che non sono stati vaccinati.
Secondo l'Istituto Superiore di Sanità, in Italia i decessi per Covid-19 nella fascia di età superiore agli 80 sono ormai quasi 10 volte inferiori tra quanti hanno ricevuto la quarta dose di richiamo del vaccino negli ultimi 120 giorni rispetto a coloro che non sono stati vaccinati.
Secondo l'ultimo rapporto che ha analizzato i dati sull'incidenza del coronavirus a fine ottobre, il tasso di mortalità tra gli anziani italiani non vaccinati è 6 volte superiore a quello dei pazienti che hanno ricevuto una vaccinazione di richiamo.
Risultati simili tra i pazienti positivi nelle unità di terapia intensiva nelle istituzioni mediche del Paese, con le persone anziane non vaccinate che "hanno una probabilità 10 volte maggiore di andare (in terapia intensiva) rispetto ai loro coetanei che hanno ricevuto un richiamo tempestivo.
In precedenza, l'Iss aveva riferito che la campagna di vaccinazione di massa contro il contagio da coronavirus in Italia nei 2 anni di pandemia ha evitato circa 8 milioni di casi di infezione e circa 150mila morti.
Secondo l'Istituto, il 72% dei decessi è stato evitato nella categoria di età superiore agli 80 anni.
Intanto dal ministero della Salute fanno sapere che "questa settimana si osserva un leggero incremento del tasso di incidenza dei casi di Covid-19 nel nostro Paese e l'incidenza si fissa intorno a 307 casi per 100mila unità".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала