Il G7 ha chiesto un'estensione dell'accordo alimentare

© AP Photo / Michael ShtekelNave Razoni carica di grano nel porto di Odessa
Nave Razoni carica di grano nel porto di Odessa - Sputnik Italia, 1920, 04.11.2022
Seguici suTelegram
I ministri degli Esteri del G7 rilasciano una dichiarazione che chiede l'estensione dell'accordo alimentare.
I Paesi del G7 hanno chiesto un'estensione del "food deal":
"Sosteniamo con forza la richiesta del Segretario generale delle Nazioni Unite di estendere l'accordo alimentare che ha ridotto i prezzi alimentari mondiali", hanno affermato i ministri degli Esteri in una nota.
Il 22 luglio a Istanbul sono stati firmati accordi multilaterali sulla revoca delle restrizioni alla fornitura di prodotti russi per l'esportazione e sull'assistenza della Russia nell'esportazione di grano ucraino.
L'accordo, firmato da rappresentanti di Russia, Turchia, Ucraina e ONU, prevede l'esportazione di grano, cibo e fertilizzanti attraverso il Mar Nero da tre porti, tra cui Odessa.
Il presidente russo Vladimir Putin ha sottolineato all'inizio di settembre che "l'Occidente stava esportando gran parte del grano ucraino nei propri stati e non nei Paesi bisognosi dell'Africa".
Il rappresentante permanente russo alle Nazioni Unite, Vasily Nebenzya, ha osservato che parte dell'accordo sui prodotti relativo all'esportazione di cibo e fertilizzanti russi non funziona.
Per questo, secondo lui, la risoluzione del contratto non è esclusa. Il contratto scade il 19 novembre.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала