Brasile guidato da Lula manterrà la posizione di non adesione alle sanzioni contro la Russia

© Instituto Lula / Roberto StuckertLula, ex presidente brasiliano
Lula, ex presidente brasiliano - Sputnik Italia, 1920, 03.11.2022
Seguici suTelegram
Con il nuovo presidente Luiz Inacio Lula da Silva, il Brasile manterrà la sua posizione di principio di non adesione alle sanzioni unilaterali nei confronti della Russia, ha affermato l'ambasciatore russo in questo paese latinoamericano Alexey Labetsky.
"È abbastanza chiaro che l'Occidente collettivo cercherà di unire questo Paese a quei regimi sanzionatori e alla politica sanzionatoria che stanno mettendo in atto contro di noi. È chiaro che non si fermeranno qui, ma sono molto convinto che il Brasile è un Paese che persegue una politica estera sovrana e determina i suoi interessi non in base a ciò che altri Paesi impongono, ma determina la sua politica estera in base agli interessi nazionali", ha dichiarato Labetsky a RIA Novosti.
"Sono convinto che il Brasile manterrà la sua posizione di principio di non adesione alle sanzioni unilaterali contro la Russia, e questo è di fondamentale importanza per noi", ha aggiunto il diplomatico russo.
A suo avviso, il Brasile perseguirà una politica estera attiva e si concentrerà su interessi nazionali di natura globale.
"Tutti oggi dicono giustamente che il Brasile è una superpotenza nel campo dell'agroindustria, la più grande potenza regionale. È uno dei centri per la risoluzione dei problemi ambientali mondiali. È un Paese che ha l'opportunità di influenzare lo sviluppo dei processi globali nel campo della sicurezza alimentare e dell'industria", ha sottolineato l'ambasciatore.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала